Home » Italia, News » Il Gruppo Grimaldi potenzia la sua presenza a Civitavecchia

Il Gruppo Grimaldi potenzia la sua presenza a Civitavecchia

CIVITAVECCHIA – Il Gruppo Grimaldi inizia il 2015 con una novità assoluta: a partire dal mese di febbraio un nuovo servizio diretto collegherà il porto di Civitavecchia con gli scali nordamericani di Baltimora e Halifax per il trasporto di automobili ed altra merce rotabile.

Il nuovo collegamento del Gruppo Grimaldi è il primo servizio diretto e regolare tra il Mediterraneo e il Nord America per il settore ro/ro-car carrier. Grazie all’impiego di quattro navi ro/ro-car carrier che hanno una capacità totale di carico di 25.000 automobili, la nuova linea regolare garantisce un transit time di soli 13 giorni tra Italia e Nord America. L’itinerario prevede, in sequenza, scali nei porti di Gemlik (Turchia), Bar (Montenegro), Civitavecchia, Baltimora (USA), Halifax (Canada) ed Anversa (Belgio).

Il nuovo collegamento sarà di supporto anche per l’export di Fiat Chrysler Automobiles (FCA) per il trasporto dei nuovi modelli Fiat 500X e Jeep Renegade – la prima Jeep fabbricata fuori dai confini degli Stati Uniti – prodotti presso lo stabilimento di Melfi (Potenza).

“Con questo servizio il porto di Civitavecchia, grazie al connubio con Grimaldi e FCA, diventa l’hub commerciale da cui far ripartire l’Italia”, dichiara Pasqualino Monti, Presidente dell’Autorità Portuale di Civitavecchia Fiumicino Gaeta.

“Non è un caso – prosegue Monti – che l’export della produzione italiana di auto, mantenuta a Melfi, come da impegno dell’amministratore delegato di FCA Sergio Marchionne con il premier Matteo Renzi, riprenda da Civitavecchia, che dopo aver consolidato il primato nelle crociere ha lanciato la propria sfida per le merci, ripartendo da un traffico che negli anni scorsi aveva raggiunto risultati notevoli in import. È stato raggiunto un accordo importante, anche per i risvolti occupazionali che avrà, fra uno dei principali marchi industriali del paese, uno dei primi armatori mondiali e il porto di Roma che ancora una volta ha saputo farsi trovare pronto realizzando a tempo di record le infrastrutture necessarie”.

“Per Civitavecchia – conclude Monti – il 2015 sarà un anno decisivo. Oltre ad un nuovo primato per le crociere, sono infatti attesi la ripresa delle autostrade del mare e l’inizio della vera sfida nei traffici commerciali, con avvio di nuovi determinanti interventi, a partire dalla darsena energetico grandi masse con il nuovo terminal container, per la costruzione della Piattaforma Lazio, che costituirà da sola il nuovo principale volano di sviluppo economico per il futuro del porto, della città e di tutto il territorio dell’alto Lazio”.

“Siamo molto contenti di consolidare, grazie all’impegno e lungimiranza del suo Presidente Pasqualino Monti, la nostra partnership con il Porto di Civitavecchia che ha saputo cogliere un’opportunità di ulteriore sviluppo dei propri traffici”, dichiara Emanuele Grimaldi, Amministratore Delegato del Gruppo Grimaldi. “Da italiani, ci riteniamo orgogliosi di poter contribuire, attraverso questo innovativo collegamento, alla promozione dell’export del “made in Italy” e alla ripresa della produzione automotive in Italia”, aggiunge il fratello Gianluca, presidente del Gruppo.

Con il nuovo collegamento, il Gruppo Grimaldi dota il porto di Civitavecchia di un innovativo servizio diretto per il Nord America e ne ribadisce l’importanza quale scalo principale per il trasporto marittimo di merci, non solo intra-europeo ma anche intercontinentale. Oltre al Nord America, il porto di Roma è collegato, direttamente o con trasbordo, con gli oltre 120 scali nel Mediterraneo, il Nord Europa, il Sud America e l’Africa Occidentale serviti dal Gruppo.

Il porto di Civitavecchia gioca un ruolo strategico nella fitta rete di collegamenti marittimi offerti dal Gruppo Grimaldi. Da oltre 10 anni, il servizio Euro-Aegean, dedicato al trasporto di auto nuove e merci rotabili, collega settimanalmente Civitavecchia con porti sia del Mediterraneo (Setubal, Valencia, Livorno, Salerno, Palermo, Pireo, Alessandria, Beirut, Tripoli, Lattakia, Mersin, Gemlik, Yenikoy) che del Nord Europa (Amburgo, Anversa, Portbury, Southampton e Flushing).

Inoltre, Civitavecchia è uno scalo di primaria importanza nella rete di autostrade del mare offerte dal Gruppo Grimaldi nel Mediterraneo Occidentale. Attualmente, il gruppo partenopeo collega regolarmente il porto di Civitavecchia con Barcellona, Porto Torres e Tunisi, per il trasporto di merci rotabili (automobili, van, camion e semirimorchi) e passeggeri.

Leggi anche:

  1. Grimaldi potenzia i collegamenti Puglia-Grecia: torna la linea Brindisi-Corfù
  2. IL GRUPPO GRIMALDI POTENZIA I COLLEGAMENTI VERSO LA SPAGNA
  3. GRIMALDI POTENZIA L’AUTOSTRADA DEL MARE SALERNO-CATANIA
  4. ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA IL GRUPPO GRIMALDI E NEL
  5. Porto di Civitavecchia: Monti e Grimaldi firmano accordo per nuovi collegamenti

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=26359

Scritto da Redazione su gen 12 2015. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ad Assologistica e alle idee per il futuro messe insieme dall’associazione di categoria: le commissioni interne hanno espresso i loro orientamenti in maniera dettagliata e su questo tracciato si disegnano le decisioni future. All’interno di questo numero troverete anche tante informazioni sui porti di Livorno, Piombino, Trieste, Civitavecchia, Venezia e Genova ma anche le direttive internazionali sull’utilizzo di Gnl per uso energetico e la Brexit.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab