Home » Italia, News » Porto di Ancona: il 6 marzo lavoratori in sciopero per protesta contro riforma legge 84/94

Porto di Ancona: il 6 marzo lavoratori in sciopero per protesta contro riforma legge 84/94

ANCONA – Venerdì 6 marzo i lavoratori del porto di Ancona sciopereranno per protestare contro i provvedimenti del governo sulla riforma della legge 84/94, che “ha visto esclusi i rappresentati dei lavoratori da ogni discussione e contro l’introduzione di norme liberiste, che seppure stralciate dal ddl concorrenza, sono ancora presenti nella discussione per la riforma del settore”.

Lo annunciano le segreterie regionali di Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti. Secondo i sindacati, le norme avrebbero “effetti degenerativi sulle tutele, sulla sicurezza e sulla qualità del lavoro intaccando il sistema regolato presente nei nostri scali”. Lo sciopero è per l’intera giornata e saranno garantiti solo i servizi essenziali.

Nel porto di Ancona, sono impegnate attualmente 32 imprese nelle attività dirette, e 69 nell’indotto oltre al trasporto su strada, che occupano circa 3.500 lavoratori.

Short URL: https://www.ilnautilus.it/?p=27453

Scritto da su Mar 3 2015. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab