peyrani
Home » Internazionale, News » Rapporto Asia Cruise Trends: nel settore crocieristico asiatico più navi, passeggeri e porti che mai

Rapporto Asia Cruise Trends: nel settore crocieristico asiatico più navi, passeggeri e porti che mai

WASHINGTON – L’associazione internazionale delle compagnie crocieristiche (CLIA) ha pubblicato i risultati del Rapporto Asia Cruise Trends. Nel complesso, i dati rivelano che il settore crocieristico asiatico sta sperimentando una robusta crescita a doppia cifra di navi da crociera, passeggeri e porti della regione. Analizzando i risultati, CLIA ha identificato i trend dell’industria crocieristica asiatica.
Incremento di capacità – La capacità di trasportare passeggeri continua a salire con l’introduzione di nuove e più grandi navi nella regione. Dal 2013, la capacità di passeggeri è cresciuta ad un tasso di crescita annuo del 20% e prevede di raggiungere circa 2,2 milioni nel 2015. La regione Asia è rapidamente progredita al quarto posto in distribuzione di capacità dei passeggeri, insieme ad Australasia.
Crescita passeggeri asiatici – Con questa nuova capacità di navi, gli asiatici scelgono la crociera più che mai prima d’ora. Le compagnie di crociera hanno ospitato 1,4 milioni di turisti asiatici nel 2014, che rappresenta un tasso di crescita del 34% dal 2012.
Aumento crocieristi cinesi – Dal 2012 al 2014, il numero di passeggeri cinesi è cresciuto del 79% l’anno. Nel 2014, 697.000 passeggeri provenivano dalla Cina continentale, che rappresenta quasi lo stesso numero di passeggeri di tutti gli altri mercati asiatici insieme (701.000).
Crocieristi sotto i 40 anni – La generazione Y cinese – sotto i 35 anni – ha realizzato i maggiori viaggi in uscita del paese, secondo le statistiche del World Tourism Cities Federation (WTCF)1. Questa tendenza si nota anche nel settore crocieristico. In quattro dei mercati crocieristici più grandi – Cina, Malesia, Indonesia e Filippine – oltre 4 passeggeri su 10 avevano meno di 40 anni.
Più navi da crociera in Asia – Quest’anno, 52 navi da crociera opereranno in Asia, con un tasso di crescita annuo del 10% dal 2013. Il numero di crociere e viaggi lunghi nella regione è cresciuto, con 1065 partenze in programma quest’anno, in crescita dell’11% annuo. Vi è anche stato un aumento significativo nel numero di giorni delle crociere, da 4307 giorni nel 2013 a 5824 giorni nel 2015.
Esplorazione dell’Asia – Mentre il turismo asiatico in uscita sta esplodendo in tutto il mondo, uno studio ha rilevato che i crocieristi asiatici scelgono principalmente mete asiatiche.  Oltre 9 passeggeri asiatici su 10 (91%) sono stati in crociera in Asia. Il restante 9% ha scelto destinazioni fuori dalla regione, principalmente l’Europa, seguita da Alaska e Caraibi.
Proliferazione dei porti – Le crociere nella regione includono più di 168 destinazioni in 18 paesi, che rendono il viaggio in crociera uno dei modi più semplici per vedere tutto ciò che l’Asia ha da offrire.  Mentre l’introduzione di nuovi porti in tutta l’Asia è ottimo per i passeggeri, è anche positivo per le economie locali. Con un aumento assoluto degli scali del 34% dal 2013, le compagnie di crociere portano più passeggeri in destinazioni asiatiche che hanno un impatto diretto sulla crescita economica del paese.  Il Giappone è primo in classifica con 646 scali nel 2015, seguito da Malesia (580), Corea del Sud (377), Singapore (374) e Tailandia (374).
Brevi itinerari – A seconda del mercato, molti ospiti asiatici hanno limitati giorni di vacanza. Pertanto, vengono scelte più spesso crociere di breve durata. Il 48% di passeggeri asiatici scelgono la crociera 4-6 giorni, il 38% quella da 2-3 notti, e solo il 12% sceglie la crociera da 7-13 notti.
Attirare viaggiatori asiatici – Le compagnie di crociera hanno riconosciuto la necessità di portare le loro migliori navi e servizi nella regione. Le nuove offerte su misura per gli ospiti asiatici comprendono attività a bordo volte a famiglie multi-generazionali, focalizzate sullo shopping, e menu adattati per includere la cucina familiare e regionale.
“É interessante che, per la prima volta, conosciamo la vera dimensione dei mercati di origine asiatica e siamo in grado di allargare la nostra comprensione della crescita e del potenziale del settore crocieristico asiatico”, ha dichiarato Adam M. Goldstein, Global Chairman, CLIA. “Il 2015 sarà un anno record per l’Asia, con più crocieristi che mai prima d’ora. L’industria crocieristica risponde a questo trend offrendo più crociere con esperienze su misura per i viaggiatori asiatici e per attrarre viaggiatori internazionali con un modo semplice per visitare la vasta gamma di affascinanti destinazioni asiatiche”.

Informazioni sul progetto
CLIA in Asia ha commissionato lo studio 2014 Asia Cruise Trends per capire meglio questo mercato in rapida evoluzione. La ricerca si basa su un White Paper del 2013: “Information, Intelligence, Insights” che è stato commissionato dall’ex Asia Cruise Association. Entrambi i progetti sono stati intrapresi da CHART Management Consultants, esperti mondiali nel settore del turismo e strategia crocieristica.  Asia Cruise Trends ha raccolto tre anni di dati da 13 compagnie di crociera regionali e internazionali, che rappresentano circa il 90% della capacità di navi da crociera asiatica. Le analisi escludono le crociere di una notte. Maggiori informazioni sul report posso essere trovate qui.

Leggi anche:

  1. Italian Cruise Day: dal rapporto “Italian Cruise Watch 2014” traffico crocieristico in Italia in crescita del 6,37%
  2. Rapporto Clia: domanda crociere cresciuta del 77% in dieci anni
  3. Settore crocieristico: 25 milioni di passeggeri nel 2015
  4. Previsioni di crescita per il settore crocieristico
  5. Lieve calo dell’1% nel settore crocieristico

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=28112

Scritto da Redazione su mar 31 2015. Archiviato come Internazionale, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°3

BRINDISI - In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alle crociere, a livello nazionale ed internazionale, con i nuovi dati di Risposte Turismo: dalla classifica dei porti italiani in base al numero di croceristi alle previsioni per il 2018 con i programmi dei porti già fissati con le grandi compagnie. Poi un focus di Stefano Carbonara sul cyber crimine applicato al mondo dello shopping con lo contromosse necessarie. Da Assologistica arrivano anche le indicazioni per il mondo dei porti e non solo, con tendenze e lacune da colmare. Ad Ancona, Napoli, Trieste, Venezia, Brindisi e Livorno sono dedicati tanti servizi sulle ultime notizie che giungono da questi scali dopo la riforma dei porti..
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab