Home » Italia, News » Aponte: “Serve pianificazione centrale, sviluppare gli interporti”

Aponte: “Serve pianificazione centrale, sviluppare gli interporti”

GENOVA – “Occorre ridisegnare la mappatura dei porti italiani. In Italia bisognerebbe svilupparne quattro o cinque al massimo. Sono più che sufficienti. E poi sviluppare molto i porti interni, i dry port”: è la visione del patron di Msc, Gianluigi Aponte, a capo del secondo gruppo al mondo nel trasporto di container con una flotta di 500 navi di cui 52 in costruzione.

Secondo Aponte, intervenuto stasera all’inaugurazione del nuovo head-quarter per il gruppo Msc a Genova (15.000 mq in due moderne torri affacciate sul porto dove lavoreranno 600 persone), la pianificazione va fatta “a livello centrale e non regionale”. “Non sono io il ministro delle infrastrutture – ha affermato Aponte a margine della cerimonia – ma secondo me i porti e le infrastrutture devono essere gestiti a livello centrale per poter fare una strategia dando delle priorità dove vanno date.

Basterebbe che lo facesse il ministro dei trasporti e delle infrastrutture con un tavolo di addetti ai lavori”. Lo sviluppo degli interporti, ha precisato Aponte, consentirebbe “una logistica migliore via treno e con una distribuzione dai terminal interni via camion”.

Leggi anche:

  1. Nautica da diporto: al via sistema telematico centrale
  2. Visita di Aponte a La Spezia
  3. Misiti: “Al sud serve piano per rilanciare infrastrutture portuali”
  4. Assoporti: secondo Nerli serve impegno sulla logisitica
  5. L’Armatore Aponte è Seatrade Personality of year 2011

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=28451

Scritto da Redazione su apr 17 2015. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab