Home » Italia, News » Consorzio Asi e Dipar insieme per lo sviluppo

Consorzio Asi e Dipar insieme per lo sviluppo

BRINDISI – Giovedì 7 maggio, presso la propria sede, il Consorzio ASI sottoscriverà una convenzione con il DIPAR – Distretto Produttivo dell’Ambiente e del Riutilizzo, con la partecipazione dei Sindaci delle città sede di agglomerato industriale e cioè Brindisi, Fasano, Ostuni e Francavilla Fontana. Per la Regione parteciperà il Dr. Giovanni Campobasso unitamente al Dr. Carlo La Trofa.

I due Enti intendono avviare questa collaborazione per: sviluppare concrete azioni di sostegno alla evoluzione del Consorzio ASI di Brindisi verso i moderni assetti delle APPEA e a promuovere analoghi sviluppi organizzativi nelle altre aree produttive ed industriali della Regione; promuovere e sviluppare interventi utili alla sicurezza sui luoghi di lavoro nelle aree industriali; individuare possibili forme di finanziamento a sostegno delle azioni precedentemente indicate; promuovere le iniziative oggetto delle presente Convenzione in ambito regionale; promuovere le opportune iniziative nell’ambito del S.I.N.  e del ciclo dei rifiuti urbani, civili e industriali.

Il DIPAR è un Distretto Produttivo riconosciuto dalla Regione Puglia con deliberazione di Giunta Regionale n. 837 del 23 marzo 2010. Il DIPAR promuove, sostiene e favorisce le iniziative e i programmi di sviluppo su base regionale tesi a rafforzare la competitività, l’innovazione, l’internazionalizzazione, la creazione di nuova e migliore occupazione nel settore dell’ambiente e del riutilizzo dei rifiuti e comprende imprese, il sistema universitario e della ricerca pugliese, associazioni di categoria, associazioni sindacali, Enti locali, Enti Pubblici.

Già all’atto del proprio insediamento, il CDA del Consorzio ha inteso aderire al DIPAR. Ora, con proprio provvedimento del 15.04.2015, ha aderito alla proposta del DIPAR in particolar modo per valutare ogni concreta azione di sostegno alla evoluzione del Consorzio ASI di Brindisi verso i moderni assetti delle APPEA.

Short URL: https://www.ilnautilus.it/?p=28849

Scritto da su Mag 4 2015. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab