peyrani
Home » Europa, News » UE: Parlamento favorevole a monitorare emissioni di CO2 delle navi

UE: Parlamento favorevole a monitorare emissioni di CO2 delle navi

STRASBURGO – Ora gli armatori di navi che scalano i porti europei dovranno monitorare e comunicare le emissioni di anidride carbonica. Il Parlamento europeo ha approvato le nuove norme, già concordate in via informale con il Consiglio dei ministri, e che andranno in vigore a partire dal 1° gennaio 2018 per le navi superiori alle 5.000 tonnellate, a prescindere dal paese in cui sono registrate.

E’stato il primo passo verso la riduzione delle emissione di gas serra nel settore del trasporto marittimo internazionale; settore non ancora incluso nelle misure comunitarie per ridurre le emissioni di gas a effetto serra. Questo settore rappresenta attualmente il 4% di tutte le emissioni di gas a effetto serra all’interno dell’UE, e si prevede un sostanziale aumento nel futuro.

Il testo sarà messo ai voti in una delle prossime riunioni del Consiglio dei ministri, per la sua entrata in vigore il 1° luglio del 2015 come norma europea. Il testo stabilisce un sistema europeo di monitoraggio, rendicontazione e verifica (MRV) delle emissioni di gas a effetto serra collegate ai trasporti marittimi, al fine di migliorare le informazioni sull’efficienza delle navi e sulle emissioni e di incoraggiare la riduzione delle emissioni e del consumo di carburante.

“Quello che stiamo approvando oggi è un primo passo per ridurre le emissioni. Se non si interviene, le emissioni delle navi aumenteranno di circa il 50% entro il 2030”, ha sottolineato il relatore del testo, il portoghese  Josè Inàcio Faria. “Questa legge è applicabile a tutte le navi che passano attraverso i porti europei e sarà l’occasione per influenzare i negoziati in seno all’Organizzazione Marittima Internazionale (IMO). Dobbiamo fare in modo di continuare a cooperare con i nostri partner internazionali e assicurarsi che questi passaggi daranno luogo a un ambizioso accordo internazionale”, ha aggiunto il relatore.

Non rientrano nella nuova normativa le navi per la cattura e la trasformazione del pescato, le navi da guerra, le navi ausiliarie, navi in legno o di costruzione antica, navi senza mezzi di propulsione meccanica e navi di Stato utilizzate ai fini non commerciali. Il regolamento mira anche a ridurre gli oneri amministrativi per le imprese. Infatti, l’efficienza energetica delle navi (misurata in relazione alla quantità di merci trasportate), dovrà essere riportata per tutte le categorie di navi e  nel rispetto di regole specifiche per ogni categoria di nave. Le navi dovranno avere sempre questi documenti a bordo e saranno oggetto di ispezione da parte degli Stati membri dell’UE, che stabiliranno anche le sanzioni per le violazioni.

Abele Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Porto di La Spezia: accordo per monitorare emissioni delle navi
  2. Emissioni di CO2 da navi: ora interviene anche la ICS
  3. UE: accordo sul controllo delle emissioni di CO2
  4. Unione Europea: via lo zolfo dalle emissioni delle navi
  5. La Camera delle Spedizioni Marittime del Regno Unito adotta “manuali” per la riduzione delle emissioni di carbonio

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=28902

Scritto da Abele Carruezzo su mag 6 2015. Archiviato come Europa, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°3

BRINDISI - In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alle crociere, a livello nazionale ed internazionale, con i nuovi dati di Risposte Turismo: dalla classifica dei porti italiani in base al numero di croceristi alle previsioni per il 2018 con i programmi dei porti già fissati con le grandi compagnie. Poi un focus di Stefano Carbonara sul cyber crimine applicato al mondo dello shopping con lo contromosse necessarie. Da Assologistica arrivano anche le indicazioni per il mondo dei porti e non solo, con tendenze e lacune da colmare. Ad Ancona, Napoli, Trieste, Venezia, Brindisi e Livorno sono dedicati tanti servizi sulle ultime notizie che giungono da questi scali dopo la riforma dei porti..
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab