Home » Internazionale, News » IMO: candidato russo presenta il suo programma a Segretario Generale

IMO: candidato russo presenta il suo programma a Segretario Generale

NOORDWIJKERHOUT – Vitaly Klyuev non ha perso tempo per esporre il suo piano di riorganizzazione dell’IMO e le strategie per affrontare alcuni problemi tecnici riguardo alla security dei porti. L’occasione è stata la riunione fra i rappresentanti degli Stati membri dell’IMO sul Protocollo di Parigi, MOU 48,  sul Port State Control, che si sta svolgendo in questa settimana nella città olandese di  Noordwijkerhout.

Vitaly Klyuev, essendo il candidato  ufficiale russo alla carica di segretario generale dell’IMO, ha esposto il suo “manifesto-programma” elencando prima tutte le sue missioni nel campo marittimo come diplomatico, le attuali responsabilità in Russia e i personali successi su oltre 60 accordi marittimi bilaterali oltre alla partecipazione attiva nella maggior parte delle convenzioni IMO.

La Russia è impegnata sul fronte dell’organizzazione marittima internazionale in quanto la sua linea di costa interessa ben 68 porti con accesso ai tre oceani e non nasconde l’ipotesi reale di vedere il proprio diplomatico occupare la più alta carica dell’IMO.  “IMO è un’organizzazione derivata dalle Nazioni Unite e per questo le decisioni dovrebbero essere prese solo da parte degli Stati membri ed attuate tramite procedure chiare. Il ruolo dell’IMO, secondo la Convenzione delle Nazioni Unite,  deve essere globale ed universale e circoscritto a norme tecniche per il trasporto marittimo”, ha evidenziato Klyuev.

I compiti immediati, secondo Klyuev, riguardano la riduzione al minimo del carico di lavoro di ufficio che i comandanti di navi sono oberati in questo periodo; migliorare l’adozione dei regolamenti e dei loro piani di realizzazione tramite accurate analisi degli effetti e dell’impatto sulle persone prima di essere adottati ed implementati. L’IMO dovrebbe continuare le riforme avviate dall’attuale segretario generale nel rispetto del bilancio attuale dell’Organizzazione, ha continuato Klyuev, e cercare di adottare un sistema di gestione della qualità del Segretario e formalizzare le responsabilità del team di Segreteria.

In conclusione del suo intervento il diplomatico russo ha detto: “il Segretario dovrebbe svolgere un ruolo attivo nel coinvolgimento di tutte le parti interessate allo sviluppo di nuovi documenti e istituire un sistema efficiente di comunicazione anche con il più piccolo degli Stati membri”. La delegazione russa presente a questi incontri ha espresso pieno sostegno alla candidatura di Klyuev a segretario generale dell’IMO a nome del Governo russo e dell’intero cluster marittimo.

Abele Carruezzo

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=29266

Scritto da su Mag 20 2015. Archiviato come Internazionale, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab