Home » Internazionale, News » “Istruzione e Formazione marittima” per l’IMO nella Giornata Marittima Mondiale

“Istruzione e Formazione marittima” per l’IMO nella Giornata Marittima Mondiale

LONDRA – Oggi, la “navigazione” abbraccia l’intero orizzonte dello shipping ed è estesa a più soggetti terra/mare insieme concatenati nell’esercizio della loro attività;  è disciplina professionale sempre più moderna ed altamente tecnica che richiede una grande quantità di abilità, conoscenze e competenze dal mondo del lavoro marittimo.

Un’industria del trasporto marittimo sicuro ed efficiente può essere costruita solo sulle norme efficaci di una istruzione e formazione professionale della gente di mare sempre più puntuale. La World Maritime Day  è un giorno ufficiale delle Nazioni Unite, celebrata ogni anno, offrendo l’opportunità di focalizzare l’attenzione sull’importanza della sicurezza della navigazione, la salvaguardia della vita umana in mare e dell’ambiente marino, sempre declinata per sottolineare aspetti del lavoro dell’IMO.

I singoli governi sono incoraggiati a celebrare il giorno, in una data di loro scelta, ma di solito l’ultima settimana di settembre. Ogni “Giornata Marittima Mondiale” ha un suo tema, che si riflette negli obiettivi di lavoro dell’IMO per tutto l’anno. Nel 2015, l’attenzione si è concentrata sulla necessità di formazione marittima di alta qualità e la formazione professionale intesa come strategia fondante di un processo del trasporto marittimo sicuro, protetto e sostenibile.

“Senza una forza lavoro di qualità, motivata, addestrata e qualificata alle pertinenti norme internazionali, lo shipping non può prosperare”, ha detto il Segretario generale dell’IMO, Koji Sekimizu, nel suo messaggio annuale per questa giornata 2015. “Non solo, tutti i molti progressi che sono stati fatti, in termini di sicurezza e di impatto ambientale, sono a rischio se il personale all’interno del settore non sarà in grado di applicarle correttamente; l’importanza della formazione e dell’istruzione per il personale marittimo di oggi e di domani è più grande che mai”, ha dichiarato Sekimizu.

L’impegno non è solo dei governi, ma di tutti gli operatori e di tutte le istituzioni di mare a portare nuove generazioni sui fronti marittimi e marinari incentivando le professioni del mare. Oggi, come domani,  il mondo,  per l’import e l’export di materie e merci, dall’energia ai prodotti finiti, dipende dal settore del trasporto marittimo e che dovrà essere sicuro ed efficiente.

Ma il processo del trasporto marittimo ha bisogno di un’industria marittima fatta di gente di mare a cui tutti noi affidiamo il trasporto con navi di carichi essenziali. Ed allora ben vengano le iniziative per sensibilizzare ed incoraggiare i giovani a scegliere percorsi di studi adatti per una carriera nel mondo marittimo.

Ultimamente, la scorsa settimana, a Londra, il quartier generale dell’IMO ha aperto i battenti a più di trecento studenti di scuole di età primaria e secondaria facendoli partecipare a particolari eventi della “Giornata Marittima Mondiale”; giovani allievi ufficiali, provenienti da tutto il mondo, rappresentanti di istituti di formazione marittima e di organizzazioni dello shipping, hanno illustrato i vantaggi e le attrazioni di una carriera in mare e per il mare con un ampio orizzonte di  professioni.

 

Abele Carruezzo

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=32708

Scritto da su Set 27 2015. Archiviato come Internazionale, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab