Home » Italia, News » Porto di La Spezia: nuovo progetto didattico “Tutti a Bordo”

Porto di La Spezia: nuovo progetto didattico “Tutti a Bordo”

LA SPEZIA – Nell’ambito delle iniziative promosse dall’Autorità Portuale della Spezia e volte ad una sempre maggiore conoscenza e promozione delle attività portuali, prende il via il progetto “TUTTI A BORDO”.

“TUTTI A BORDO” è un percorso ludico-didattico volto a far conoscere ai bambini e delle scuole primarie dei comuni di La Spezia, Lerici e Portovenere, il mondo delle crociere, la nave, la vita di chi lavora a bordo o di chi si trova sulla nave per trascorrere una vacanza.

L’iniziativa “Tutti a bordo”, che vuole sensibilizzare insegnanti, alunni e famiglie in particolare sullo sviluppo del settore crocieristico alla Spezia, fenomeno relativamente nuovo che suscita curiosità e dibattiti nella nostra comunità, si svolgerà attraverso un grande gioco da tavolo. Preciso intento è quello di far conoscere le numerose attività legate al mondo delle crociere, le diverse figure professionali che vi operano e i differenti punti di vista sia di chi sulle navi passeggeri lavora sia di chi, sulle stesse, si trova per trascorrere una vacanza.

Il progetto si articola in due fasi. La prima vedrà coinvolte quattro classi della Scuola Primaria della provincia della Spezia: una classe dell’ Istituto Comprensivo di Lerici Scuola Primaria” Paolo Fiori”;  una classe dell’Istituto Comprensivo ISA 6 di La Spezia, Scuola Primaria “Giosuè Carducci”; una classe dell’Istituto Comprensivo ISA 4 di La Spezia, Scuola Primaria “Giuseppe Verdi”; una classe dell’Istituto Comprensivo di Porto Venere, Scuola Primaria di Le Grazie.

In questa prima fase saranno svolti quattro laboratori di arte e immagine durante i quali verranno realizzati alcuni dei supporti utili alla creazione del gioco. Nei laboratori, sotto l’attenta guida di Gabriele Landi e Valeria Tognoni, i bimbi delle classi coinvolte daranno vita ai ritratti del personale di bordo mediante l’impiego sia di tecniche pittoriche convenzionali (tempera acrilica su tavola) sia grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie.

La seconda fase si svolgerà all’interno del Terminal Crociere dell’Autorità Portuale nei mesi di gennaio e febbraio, ovvero la bassa stagione per le navi passeggeri, e vedrà protagonisti bambini dai sei ai dieci anni che giocheranno assieme a Matteo Sara alle partite di “Tutti a Bordo”. Una grande sagoma verticale, di 6 metri per 3 metri, rappresentante una nave da crociera, sarà la plancia di gioco su cui muoversi per indovinare il maggior numero di cose che riguardano la vita di bordo.

Ogni squadra muoverà il proprio segnalino sul tabellone in base al punteggio che realizzerà facendo girare una grossa ruota e cercherà di raggiungere una casella/ambiente dell’ imbarcazione da crociera dove potrà incontrare alcuni lavoratori della nave. Ciascuna squadra dovrà sottoporsi ad una prova pratica, superata la quale, otterrà uno dei ritratti del personale  di bordo realizzati nell’ambito dei laboratori.Si prevede di coinvolgere in 5 giorni di attività presso il Terminal Crociere circa 400 bambini ed i loro insegnanti.

La fase del progetto che vede coinvolte in un primo momento le quattro scuole sopraccitate, verrà allargato anche agli altri istituti comprensivi della provincia che fossero interessati a prendere parte al gioco.  Il progetto grafico è di Massimiliano Rodolfi, la realizzazione grafica di MDART.

Il presidente dell’AP, Lorenzo Forcieri: “Da molti anni è attivo il progetto Porto Lab del Gruppo Contship Italia, con cui l’Autorità Portuale collabora, e attraverso il quale il porto mercantile ed i centri intermodali diventano un laboratorio a cielo aperto, a disposizione delle scuole e della cittadinanza che possono così conoscere la realtà portuale con un percorso didattico guidato da “tutor” specializzati. Ora, con questo progetto, siamo in grado di intraprendere un’iniziativa che vuole sensibilizzare insegnanti, alunni e famiglie sullo sviluppo del settore crocieristico alla Spezia, fenomeno relativamente nuovo che suscita curiosità e dibattiti nella nostra comunità”.

Leggi anche:

  1. Porto di La Spezia: inaugurato il nuovo terminal crociere a Largo Fiorillo
  2. Porto di La Spezia: al via il progetto “Spezia Wi-Fi”
  3. Porto di La Spezia: al via progetto per sdoganamento pre clearing
  4. Porto La Spezia: Forcieri presenta il progetto Widermos al Ten-T Days
  5. Porto di La Spezia: l’Authority ospita studenti progetto Ue Trainmos

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=34646

Scritto da Redazione su dic 11 2015. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab