Home » News, Sud » Porto di Brindisi: approvato il bilancio di previsione 2016

Porto di Brindisi: approvato il bilancio di previsione 2016

BRINDISI – E’ stato approvato oggi, durante la riunione del comitato portuale, il bilancio di previsione 2016 dell’Autorità portuale di Brindisi. Contestualmente è stato approvato anche il Piano delle opere. Solo tre i membri del comitato che si sono astenuti.

“Si tratta di documenti importanti – spiega il commissario dell’Authority Mario Valente – per garantire la linearità dei lavori già in corso con un occhio anche alla programmazione futura. L’approvazione del bilancio ci consente di mantenere aperti i cantieri. Ci sono in gioco 60 milioni di euro di opere assolutamente strategiche per il porto di Brindisi”.

A breve sarà firmato un protocollo con Enac che consentirà di alzare il cono d’atterraggio: con 1,3 milioni di euro di investimento, saranno acquistate strumentazioni in grado di garantire la sicurezza di aerei e navi eliminando l’incombenza di richiedere il Notam (un’autorizzazione temporanea rilasciata da Enac che gli armatori sono costretti a richiedere ogni volta per navi che superano il limite di altezza).

Ma l’Autorità portuale ha anche commissionato all’Enav uno studio sui campi magnetici per Punta delle Terrare; anche in questo caso si tratta di un documento necessario per programmare il futuro di quegli spazi portuali. Nel frattempo si potrà garantire la continuità per i lavori in corso per gli accosti di Sant’Apollinare. Particolare attenzione Valente la riserva anche a Costa Morena Est dove, nei 12 ettari, bisognerà realizzare l’impianto antincendio dopo quello d’illuminazione.

In comitato è stata sollevata la questione relativa al possibile uso della colmata di Capo Bianco, dove era previsto il rigassificatore della British Gas, attualmente confiscata.

“Non è ancora il momento di pensare a quale utilizzo farne – precisa Valente – anche se possiamo dire con certezza che alla Marina Militare quello spazio non interessa. Anche se nel 1999 fu stipulato un accordo, ora le cose sono cambiate e ci hanno fatto sapere che non sono interessati. Hanno solo chiesto la riconfigurazione delle aree vicino al Castello”.

Liberare dalle servitù militari e aeroportuali è tra i primi obiettivi obiettivi del commissario, in attesa che venga applicata la riforma delle Authority. Le indicazioni, insomma, sono quelle di assicurare la continuità nel perseguire gli obiettivi dell’ente.

 

Francesca Cuomo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Porto di Gioia Tauro: approvati Pot e Bilancio di previsione 2016
  2. Porto di Genova: varato il Bilancio di Previsione 2016, spese per 236 milioni di euro
  3. Porto di Napoli: il Comitato portuale ha approvato bilancio di previsione 2015
  4. Porto di Brindisi: approvato il bilancio di Haralambides
  5. AUTORITA’ PORTUALE DEL LEVANTE: APPROVATO IL BILANCIO DI PREVISIONE 2014

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=35776

Scritto da Francesca Cuomo su feb 5 2016. Archiviato come News, Sud. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato allo shipping con un focus sul soccorso in mare e sulla Brexit, il ruolo del porto di Salerno e la "Barletta marinara". Poi un approfondimento sui fari di Brindisi ed uno sul trasporto ad emissioni zero con Emma. E ancora, approfondimenti sulle crociere e sulla sicurezza nei nostri porti.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab