Home » Italia, News » DUE NUOVE NAVI DA CROCIERA PER VARD

DUE NUOVE NAVI DA CROCIERA PER VARD

TRIESTE – La controllata di Fincantieri Vard Holdings Limited (Vard) ha firmato una lettera di intenti con una compagnia armatrice internazionale per la progettazione e la costruzione di due navi da crociera di piccole dimensioni. Gli scafi saranno realizzati nel cantiere rumeno di Tulcea mentre la consegna delle unità è prevista, rispettivamente, nel primo trimestre del 2019 e del 2020, presso il sito di Vard a Langsten, in Norvegia.Le parti hanno condiviso l’intento di giungere alla firma dei contratti all’inizio del terzo trimestre di quest’anno.

Le navi, per le quali Fincantieri parteciperà attraverso la fornitura di alcune importanti parti realizzate in Italia,  sono progettate da Vard Design ad Ålesund, Norvegia, in cooperazione con il cliente, con una specifica attenzione per la qualità degli allestimenti, la certificazione ice-class, i più elevati requisiti antinquinamento e di sicurezza. Avranno una lunghezza di 137 metri, una larghezza di 22 e una stazza lorda di circa 14.500 tonnellate, ospitando 240 passeggeri in 120 cabine.

Questo successo rafforza la strategia di diversificazione di Vard, attuata in stretta collaborazione con Fincantieri, che ha dato già risultati importanti con il raggiungimento di prestigiosi traguardi, come la lettera di intenti per 4 navi da crociera di lusso di piccole dimensioni per l’armatore francese Ponant, società controllata dal gruppo Artemis (holding company della famiglia Pinault).

Fincantieri possiede il 55,63% del capitale di VARD e ne consolida integralmente i risultati.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=38261

Scritto da su Mag 13 2016. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab