Home » Italia, News » Porto di Salerno: accordo con gli Atenei per i collegamenti mare-terra

Porto di Salerno: accordo con gli Atenei per i collegamenti mare-terra

SALERNO – L’Autorità portuale di Salerno collaborerà con istituti di ricerca e università sulle attività di ricerca scientifica e innovazione nei settori della portualità e della logistica integrata mare-terra. E’ questo l’obiettivo dell’accordo quadro siglato dallo lo scalo salernitano con il Dipartimento di Studi Aziendali e Quantitativi (DISAQ) dell’Università degli Studi di Napoli Parthenope, il Centro Italiano di Eccellenza sulla Logistica Integrata (C.I.E.L.I.) dell’Università degli Studi di Genova e il Consorzio MAR.TE. Sea-Land Logistics.

La collaborazione, informa l’autorità portuale salernitana, è finalizzata in particolare a sviluppare: progetti scientifici di ricerca industriale ed applicata, nazionali ed internazionali congiunti; conferenze e workshop congiunti sulle attività tecniche svolte, anche allo scopo di orientamento professionale; stage didattici e svolgimento di tesi di Laurea di primo e secondo livello volti all’approfondimento di aspetti tecnico-scientifici; corsi di formazione su tematiche di comune interesse.

L’accordo valorizza appieno l’importanza, attribuita dalla recente riforma della portualità in Italia, della collaborazione tra enti di ricerca, Università e Autorità di Sistema Portuali e rappresenta, prosegue la nota, “un’importante opportunità di scambio per tutti i partner, mediante la quale il Porto di Salerno potrà rafforzare ancor più la sua capacità progettuale, strategica e gestionale, con l’obiettivo di affrontare e anticipare sfide di sostenibilità ambientale ed energetica e rafforzare il suo ruolo di mercato”.

Con l’accordo, spiega il presidente del porto di Salerno Andrea Annunziata, “si completa un vasto programma per il migliore collegamento mare-terra, i collegamenti con le aree interne pronte al decollo economico in sinergia con il Porto e le altre infrastrutture dei trasporti che siano più sicuri e più rispettosi dell’ambiente”.

Leggi anche:

  1. Porto di Salerno: sindacati e imprenditori in piazza per rivendicarne l’autonomia
  2. Porto di Salerno: la sicurezza dell’ultimo miglio con il Progetto Habitat
  3. Porto di Trieste: D’Agostino e Fermeglia firmano accordo quadro
  4. GRIMALDI POTENZIA L’AUTOSTRADA DEL MARE SALERNO-CATANIA
  5. Porto di Civitavecchia: Monti e Grimaldi firmano accordo per nuovi collegamenti

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=40784

Scritto da Redazione su ago 22 2016. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ai porti con un focus sulla Via della Seta e sulla via Traiana, il concetto dello IoT-Internet of Things, il contratto di ormeggio e il nuovo concetto di New-Port. Poi una riflessione sul principio di passaggio inoffensivo(riprendendo vicende come quella dell'Aquarius, Open Arms e Sea Watch 3). E ancora, approfondimenti sul potere amministrativo delle AdSP, Mare 2.0 e sulla navigazione delle navi e non delle merci.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab