Home » Italia, News » Renzi: “Bene la Nuova via della Seta, ma penso anche ai porti italiani”

Renzi: “Bene la Nuova via della Seta, ma penso anche ai porti italiani”

HANGZHOU – La “Nuova via della Seta”, l’iniziativa della Cina per sviluppare i legami economici tra Pechino ed Europa, offre molte possibilità, ma il premier Matteo Renzi pensa a quelle del cambio di regolamentazione dei porti.

“Penso che abbiamo molte possibilità se seguiamo l’iniziativa ‘One Belt One Road’, ma nella mia mente la priorità è la decisione raggiunta dal governo italiano di cambiare la regolamentazione dei porti: questa è un’opportunità davvero grande, perché l’Italia è una terra bagnata dal mare e la conclusione della strada tra la Cina e l’Europa possono essere proprio i porti italiani”, afferma Renzi in un’intervista alla tv pubblica cinese, Cctv, rilasciata a margine del G20.

“La priorità in questo momento è decidere gli investimenti comuni, ma oggi si può considerare la ‘One Belt, One Road’, come una grande opportunità, proprio in questo senso. Allo stesso tempo penso che abbiamo un obiettivo comune, il 2020, l’ultimo anno del tredicesimo piano quinquennale del governo cinese e anche il 50/mo anniversario delle relazioni Cina-Italia”.

Leggi anche:

  1. Porto di Venezia: da qui riparte la via della seta
  2. Renzi: “Progetti su Authority prioritari su governance”
  3. Renzi: “In Italia 30 porti fanno la metà dei traffici di Rotterdam”
  4. Matteo Renzi e la portualità italiana di Assoporti
  5. Porti italiani: si discute anche di spending review

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=41086

Scritto da Redazione su set 5 2016. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ai porti con un focus sulla Via della Seta e sulla via Traiana, il concetto dello IoT-Internet of Things, il contratto di ormeggio e il nuovo concetto di New-Port. Poi una riflessione sul principio di passaggio inoffensivo(riprendendo vicende come quella dell'Aquarius, Open Arms e Sea Watch 3). E ancora, approfondimenti sul potere amministrativo delle AdSP, Mare 2.0 e sulla navigazione delle navi e non delle merci.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab