Home » Italia, News » Uiltrasporti: ” A Delrio chiediamo: i marittimi italiani sono sempre una risorsa per il Paese?”

Uiltrasporti: ” A Delrio chiediamo: i marittimi italiani sono sempre una risorsa per il Paese?”

ROMA – Questo interrogativo – spiega in una nota il Segretario nazionale marittimi Uiltrasporti, Paolo Fantappiè – non nasce da fantasia improvvisa, ma da alcuni atti concreti che si stanno registrando in questi giorni  e che coinvolgono i marittimi italiani.

“Stiamo assistendo ad una super produzione di Circolari Ministeriali per recepire gli emendamenti di Manila relativi agli aggiornamenti ed ai rinnovi dei certificati della gente di mare” continua il Segretario “che stanno creando sempre più confusione e condizioni penalizzanti, tanto da mettere in discussione  la stessa continuità lavorativa dei marittimi imbarcati.

Invece, per quanto riguarda la riforma sull’anticipo pensionistico” aggiunge Fantappiè “non ci è reso possibile capire se tra l’elenco dei lavori gravosi ed usuranti, sia compreso anche quello dei marittimi.Infine, si stanno riformando alcune parti caratterizzanti il Registro internazionale senza che vi sia stato  confronto con le parti sociali e senza neanche delineare quali riflessi effettivi si produrranno sulla forza lavoro marittima italiana, viste le dichiarazioni di eventuale cambio bandiera di alcuni armatori.

Vorremmo quindi capire se da parte del MIT e del Ministro Delrio i marittimi italiani siano considerati ancora una risorsa e se ci sia interesse per questo settore strategico. Diversamente, dovremo trarne conclusioni negative e attivare tutte le iniziative necessarie a riportare i diritti e le tutele della gente di mare in un ambito di confronto costruttivo” conclude il Segretario Nazionale.

Leggi anche:

  1. Posidonia 2016: la Grecia ancora paese di armatori e di marittimi
  2. Avvisatori marittimi dei porti italiani: incontro con Isra-Esra
  3. Delrio: “I servizi tecnico nautici sono una certezza”
  4. Delrio: “Gli accorpamenti sono essenziali alla competitività del Paese”
  5. IFS: marittimi sempre più discriminati

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=42327

Scritto da Redazione su ott 17 2016. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato a Canale Pigonati di Brindisi; la storia, le potenzialità, le attuali richieste per il suo allargamento al fine di agevolare l’entrata nel porto interno delle grandi navi da crociera. Poi articoli sulle Zes, porti di Ancona, Bari, Campania ma anche le professioni del mare, il lavoro portuale nelle sue specificità ed un interessante racconto del porto di Salerno che nel Mediterraneo rappresenta un ponte tra Oriente ed Occidente.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab