Home » Italia, News » TRE NUOVE NAVI PRODUCT TANKERS PER d’AMICO INTERNATIONAL SHIPPING

TRE NUOVE NAVI PRODUCT TANKERS PER d’AMICO INTERNATIONAL SHIPPING

ROMA – d’Amico International Shipping S.A. (Borsa Italiana: DIS), società leader a livello internazionale nel trasporto marittimo, specializzata nel mercato delle navi cisterna, ha varato presso il cantiere vietnamita di Hyundai Vinashin Shipyard Co. Ltd, tre nuove navi eco-ship: una handysize e due medium range. L’investimento complessivo per le tre navi appena varate ammonta a 104 milioni di dollari.

Con la consegna della appena varata Cielo di Salerno, avvenuta lo scorso 21 ottobre, la flotta di d’Amico International Shipping conta 51,8 navi. La consegna della High Wind è prevista per la prima metà di novembre 2016, mentre l’High Challenge sarà operativa per inizio 2017.

La handysize denominata Cielo di Salerno ha una lunghezza di 184 metri, e una larghezza di 27.4m, consentendo un trasporto di 39.000 dwt. Le due medium range invece, dai nomi High Wind e High Challenge, sono costruite per garantire una maggiore capienza pari a 50.000 dwt, potendo contare su una larghezza di 32.20 metri a parità di lunghezza (183 metri). Una delle navi è già stata noleggiata ad una major internazionale del petrolio per 3 anni. Le altre due saranno impiegate sul mercato spot.

Le tre navi sono state costruite con una medesima filosofia, quella peculiare delle eco-ship: alla capacità di ridurre notevolmente l’impatto ambientale, consentendo contemporaneamente minori consumi di carburante e quindi di emissioni, si aggiunge anche una grande versatilità, in quanto possono trasportare contemporaneamente fino a nove differenti tipologie di carico all’interno dello stesso viaggio, grazie alla separazione del sistema di stoccaggio e di pulizia delle cisterne.

“Aggiungiamo altri tre nuovi asset di grande valore alla nostra flotta che si conferma tra le più innovative e giovani dell’intero panorama internazionale – commenta Paolo d’Amico, Presidente di d’Amico International Shipping. Stiamo lavorando con grandi risultati in partnership con un cantiere di assoluto livello come Hyundai Vinashin Shipyard che ci garantisce di mettere a disposizione dei nostri clienti navi ecologiche, sicure e dalle straordinarie performance”.

La costruzione delle tre product tankers, avvenuta nei cantieri vietnamiti di Hyundai Vinashin Shipyard, del Gruppo coreano Hyundai Mipo Dockyard è stata supervisionata dal dipartimento Ship Management del Gruppo d’Amico attraverso la sua controllata Ishima. Gli Ingegneri e i tecnici hanno lavorato in stretta sinergia progettuale con il cantiere Hyundai Vinashin Shipyard, migliorando ulteriormente gli straordinari risultati già ottenuti con le navi consegnate nell’ottobre del 2015.

Il team Ship Management, con sede a Roma, si occuperà anche della gestione e del monitoraggio delle navi al fine di garantire, oltre all’ottimizzazione delle prestazioni e dei costi, una posizione all’avanguardia rispetto alle normative europee ed internazionali in tema di politiche ambientali marittime, assicurando la conformità ai regolamenti IMO (International Maritime Organization), MARPOL (Convenzione internazionale per la prevenzione dell’inquinamento) e alle altre norme internazionali applicabili al settore.

Leggi anche:

  1. D’AMICO INTERNATIONAL SHIPPING VENDE LA NAVE HANDYSIZE CIELO DI SALERNO
  2. Mercato anomalo dello shipping: mania ordini navi nuove portacontainer
  3. International Chamber of Shipping: pubblicazioni disponibili in rete come e-Book
  4. International Chamber of Shipping a Limassol
  5. International Chamber of Shipping su CO2 – EEDI – Pirateria

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=42504

Scritto da Redazione su ott 24 2016. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°1

In questo nuovo numero de Il Nautilus vi proponiamo uno speciale sul porto di Trieste con gli ultimi dati e provvedimenti che riguardano le recenti attività dell’Autorità di sistema. Si parla anche dei porti di Civitavecchia, Ancona, Venezia, Napoli, La Spezia, Genova, Cagliari e Porto Torres. Ma si parla anche dei risultati della manifestazione NauticSud che si è svolta a Napoli e di come vengono smaltiti i rifiuti prodotti dalle navi secondo le ultime direttive internazionali.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab