Home » Italia, News » FEDESPEDI: conclusa positivamente la vicenda degli oltre 6.000 contenitori di merce

FEDESPEDI: conclusa positivamente la vicenda degli oltre 6.000 contenitori di merce

MILANO – Si è conclusa positivamente la vicenda degli oltre 6.000 contenitori di merce destinata all’Italia trasportati dalle navi della compagnia di trasporto marittimo Hanjin (settima compagnia di trasporto container al mondo che lo scorso agosto ha presentato istanza di fallimento) e che rischiavano di rimanere bloccati nei terminal portuali del nostro Paese una volta sbarcati.

Nei giorni scorsi è infatti terminata, nelle tempistiche stabilite, la riconsegna dei contenitori vuoti, come da polizza fideiussoria globale sottoscritta lo scorso settembre da Fedespedi – Federazione Nazionale di Imprese di Spedizioni Internazionali – con la compagnia stessa e con tutti i terminal interessati e grazie alla quale era stata possibile la rapida consegna ai destinatari delle merci sbarcate.

“La riconsegna di tutti i contenitori vuoti – ha affermato Roberto Alberti, Presidente di Fedespedi –  pone fine a una vicenda che ha evidenziato, ancora una volta, la grande professionalità e il ruolo strategico degli spedizionieri nella filiera del trasporto merci”.
“In una situazione complessa e senza precedenti – ha proseguito Alberti – le nostre aziende hanno svolto al meglio il proprio lavoro al fianco della committenza, evitando danni e ripercussioni sul mercato derivanti dall’eventuale mancata consegna delle merci”.

“Il sistema associativo – ha concluso Alberti – ha saputo fare quadrato riuscendo a dare un supporto ai nostri associati. L’azione di Fedespedi, con il sistema confederale, ha fornito un aiuto concreto in una crisi che avrebbe potuto avere conseguenze molto gravi per il sistema economico italiano, dall’industria al commercio, fino ai servizi”.

Fedespedi – Federazione Nazionale delle Imprese di Spedizioni Internazionali – è l’organizzazione imprenditoriale che rappresenta e tutela gli interessi di quasi la totalità delle imprese di spedizioni internazionali che organizzano il trasporto delle merci utilizzando tutte le modalità: stradale, ferroviaria, marittima, aerea e combinata.

Costituita nel giugno del 1946 a Roma, la Federazione è oggi presente sul territorio nazionale con 31 associazioni territoriali in rappresentanza di oltre 1.500 aziende associate. Sono affiliate a Fedespedi l’Anama – Associazione Nazionale Agenti Merci Aeree, l’Antep – Associazione Nazionale Terminalisti Portuali e la Fisi – Federazione Italiana Spedizionieri Industriali.

Fedespedi vanta inoltre una presenza diretta presso importanti organismi consultivi a livello nazionale e internazionale quali Confetra (Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della logistica), FIATA (International Federation of Freight Forwarders Association) e Clecat (European Association for Forwarding, Transport, Logistics, and Customs Services).

Leggi anche:

  1. FEDESPEDI: le problematiche e i nuovi scenari dello shipping
  2. FEDESPEDI – VICENDA HANJIN: soddisfazione per lo sbarco a Genova di 3.000 container
  3. Roberto Alberti il nuovo Presidente di Fedespedi
  4. ASSEMBLEA GENERALE FEDESPEDI: è di 14 miliardi di euro il fatturato complessivo
  5. Fedespedi: assemblea generale il 30 novembre

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=44916

Scritto da Redazione su feb 8 2017. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°4

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alle crociere con un focus sull'Italian Cruise Watch e l'Ocean Cay di MSC Crociere. Due interviste esclusive ai presidenti di Autorità di Sistema: Pietro Spirito e Sergio Prete. Una riflessione sulla "Rotta Artica" ed un approfondimento sulla fascia costiera brindisina: estetica, criticità ed opportunità. Poi approfondimenti sulle Zes ed un progetto: "COSIRIFAREIBARI" che mira a cambiare il modo di spostarsi in città.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab