peyrani
Home » Europa, News » Hapag – Lloyd innova i container reefer

Hapag – Lloyd innova i container reefer

AMBURGO – La Compagnia di navigazione Hapag-Lloyd, global carrier nel settore container, sulla linea Europa sta investendo in innovazione sui contenitori reefer nel rispetto dell’ambiente. Al fine di mantenere i livelli di presenza della propria flotta containerizzata, la società (con sedi anche in Italia, a Milano,Genova e Napoli) ha ordinato la costruzione di ulteriori 7.700 container refrigerati di ultima generazione, in particolare 7.000 unità da 40 piedi e 700 da 20 piedi.

Quest’ultima ordinazione fa seguito a quella di 5.700 reefer dell’anno scorso; di questi nuovi container, 1000 sono equipaggiati con tecnologia a “Atmosfera Controllata”, in modo da rallentare il processo di maturazione di vari tipi di frutta e verdura, e permette di prolungare i tempi nei trasporti e di conservare la qualità dei prodotti in maniera costante.  Grazie alla dotazione di sensori di ossigeno e di anidride carbonica si riesce a controllare l’atmosfera all’interno di tali container preservando la merce al loro interno.

Giusto per fare degli esempi, i tempi di trasporto – just in time – sono aumentati: per le banane fino a quarantacinque giorni, avocado trentacinque e mango 28 giorni di transito.  La tecnologia “ExtraFresh Plus”, a detta della Compagnia di navigazione, consente persino a frutta estremamente delicata come i mirtilli ed i litchi di essere trasportata al livello di qualità e grado di maturazione desiderato. La produzione dei reefer ad atmosfera controllata inizierà a fine mese e per la prima volta, 1000 dei nuovi container da 40 ft saranno prodotti in un impianto di San Antonio in Cile, regione che presenta una forte domanda.

In questo modo, l’Hapag-Lloyd risparmierà sia tempo sia denaro, riducendo il necessario spostamento dei container vuoti dai siti alternativi di produzione. Con una flotta di 219 navi portacontainer e una capacità di trasporto complessiva di 1,6 milioni di TEU, la Hapag-Lloyd è una delle principali compagnie di navigazione di linea.  La Compagnia di navigazione ha una capacità containerizzata di 2,3 milioni di TEU, fra cui una delle flotte più grandi e moderne di contenitori refrigerati.

 

Abele Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Salerno Container terminal: inaugurati servizi di linea per Nord America e Nord Europa
  2. FINCANTIERI: VARD FINALIZZA L’ORDINE PER 2 NAVI PER HAPAG-LLOYD CRUISES
  3. Porto di Savona: presentato il nuovo management di Reefer Terminal
  4. Porto di Savona: a Vado Apm acquisisce controllo Reefer Terminal
  5. La Maersk spinge UE a vigilare sui container reefer

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=50201

Scritto da Abele Carruezzo su ott 18 2017. Archiviato come Europa, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab