Home » Italia, News » Corso di formazione per tecnici nautici: ieri la presentazione a Brindisi

Corso di formazione per tecnici nautici: ieri la presentazione a Brindisi

BRINDISI – E’ stato presentato il corso di formazione per tecnico superiore per la produzione e la manutenzione del mezzo nautico, promosso dall’Its, istituto tecnico superiore, sezione aerospazio, in collaborazione con Assonautica, Distretto Nautico pugliese e l’Istituto Nautico Carnaro, finanziato dalla Regione Puglia.

Una opportunità per lo sviluppo del territorio investendo sulle competenze dei giovani. Il corso si terrà presso la sede dell’Istituto Nautico Carnaro formando una figura professionale altamente specializzata da inserire nel settore della cantieristica navale.Alfredo Malcarne, presidente della Camera di Commercio di Brindisi e presidente nazionale di Assonautica: “Questo è un modello che in Italia non esiste, un modello che stiamo inaugurando nella Camera di Commercio di Brindisi con grande orgoglio, ed è un modello che, già da domani a Gaeta (oggi, ndr) illustreremo e proveremo ad esportare all’interno del sistema camerale, con la rete di Assonautica, in tutt’Italia, grazie all’appuntamento della <<conferenza di sistema>>”.

Antonio Ficarella, presidente di Its Aerospazio: “Questi corsi sono fatti in stretta collaborazione con il mondo del lavoro, questo è il grande vantaggio, e si concluderanno con uno stage molto importante di mille ore, per andare incontro alle necessità del mondo del lavoro. L’Its nasce, tradizionalmente, per il settore aeronautico ma si sta espandendo, dopo questa iniziativa, nell’importantissimo settore della Nautica, che per la Puglia riveste grande importanza”.

Giuseppe Danese, presidente del Distretto Nautico pugliese: “Stiamo puntando molto sul turismo nautico, il Distretto è impegnato con una grande azione di internazionalizzazione, già iniziata nel 2011, creando importanti rapporti internazionali e quindi per poter raccogliere questi frutti dobbiamo avere non solo le infrastrutture adeguate per poter accogliere yacht e mega-yacht ma soprattutto delle figure tecniche idonee da poter fare da mediatore tra il committente della parte nautica e l’utente finale”.

Sebastiano Leo, Assessore regionale alla Formazione e al Lavoro con delega all’Istruzione:” Noi stiamo investendo molto sul capitale umano, cerchiamo di dare alta specializzazione per cercare di inserire i nostri giovani, senza grosse difficoltà, nel mondo del lavoro. Questi istituti devono essere supportati, come lo sta facendo la Regione Puglia”.

 

Salvatore Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Motonautica: a Brindisi un Centro federale per la formazione dei piloti
  2. Mercoledì presentazione dell’XII edizione del Salone nautico di Puglia
  3. Snim: il 21 maggio presentazione a Bari
  4. Borse di studio per i neo diplomati degli Istituti Tecnici Nautici
  5. RIUNIONE A ROMA DEGLI ISTITUTI TECNICI NAUTICI: ENTRO IL 31 LUGLIO LA RIFORMA

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=51298

Scritto da Salvatore Carruezzo su dic 12 2017. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ad Assologistica e alle idee per il futuro messe insieme dall’associazione di categoria: le commissioni interne hanno espresso i loro orientamenti in maniera dettagliata e su questo tracciato si disegnano le decisioni future. All’interno di questo numero troverete anche tante informazioni sui porti di Livorno, Piombino, Trieste, Civitavecchia, Venezia e Genova ma anche le direttive internazionali sull’utilizzo di Gnl per uso energetico e la Brexit.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab