Home » Italia, News » ISOTTA FRASCHINI MOTORI “BEST ITALIAN CLIENT 2017” DI LLOYD’S REGISTER

ISOTTA FRASCHINI MOTORI “BEST ITALIAN CLIENT 2017” DI LLOYD’S REGISTER

TRIESTE – Isotta Fraschini Motori (IFM), società controllata da Fincantieri, è stata insignita del premio “Best Italian Client 2017” nel corso dei Lloyd’s Register Awards, una serata di gala che celebra il mondo della nautica organizzata ogni anno dall’ente di classifica.

Il riconoscimento è stato attribuito a IFM per aver promosso un approccio innovativo nei rapporti tra azienda e supply chain attraverso il progetto “Qualifica dei fornitori”, realizzato insieme a Lloyd’s Register.

L’indagine interna promossa da IFM ha previsto una valutazione dei processi attualmente in essere al fine di individuare possibili aree di miglioramento. In particolare, il progetto ha visto coinvolti 10 fornitori, divisi in due aree di attività, fonderie e lavorazioni meccaniche, e ha messo in evidenza punti di forza e difficoltà di ciascuno sotto il profilo del processo di produzione e di qualità.

Quest’analisi ha consentito di giungere ad una mappatura critica, che ha portato al riconoscimento di determinate aree di intervento peculiari per ciascun fornitore.L’iniziativa si poneva tre scopi fondamentali: ridurre la dipendenza dalle ispezioni dirette sui prodotti finiti; ottimizzare i processi in funzione di una crescente qualità; rafforzare il legame con le aziende dell’appalto.

Leggi anche:

  1. Hapag – Lloyd innova i container reefer
  2. FINCANTIERI: VARD FINALIZZA L’ORDINE PER 2 NAVI PER HAPAG-LLOYD CRUISES
  3. Lloyd’s Register: container ISO 10855 per offshore
  4. Lloyd Register: le linee guida per una gestione più sicura dell’amianto sulle navi
  5. HELLENIC REGISTER OF SHIPPING: apre sportello e-Register

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=51591

Scritto da Redazione su gen 4 2018. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab