Home » Italia, News » MARINA MILITARE: NAVE ALPINO IN SOSTA A BOSTON DAL 8 AL 12 GIUGNO

MARINA MILITARE: NAVE ALPINO IN SOSTA A BOSTON DAL 8 AL 12 GIUGNO

BOSTON – La fregata europea multi missione (FREMM) della Marina Militare Alpino, è arrivata al Black Falcon Cruise Terminal di Boston (U.S.A.), dove sosterà fino al 12 giugno.

Nave Alpino, consegnata alla Marina Militare il 30 settembre 2016, è la quinta unità FREMM e la quarta in versione “antisommergibile”. Si tratta di una Nave allestita con sistemi tecnologici all’avanguardia e di ultimissima generazione.

La Campagna oltreoceano, il confronto e le attività congiunte con Marine amiche e alleate, costituiscono una preziosa occasione di addestramento, utile a mantenere elevati i livelli di cooperazione per il rafforzamento dei rapporti con gli alleati trans-regionali.Nave Alpino garantirà una presenza qualificata e tecnologicamente rilevante in diversi Paesi con cui l’Italia intrattiene importanti rapporti politico-diplomatici, economici e di attività di cooperazione militare. Le attività che verranno condotte si inquadrano, più in generale, all’interno dei compiti istituzionali che la Marina Militare, senza soluzione di continuità, assicura al nostro Paese e alla collettività in tutte le aree di interesse strategico, garantendo una concreta presenza navale finalizzata al sea-control, alla sicurezza delle linee di comunicazione commerciale (Sea Line of Communication – SLOC), alla vigilanza sulle attività marittime nazionali, alla deterrenza e contrasto alle attività illegali in alto mare, alla cooperazione internazionale e all’addestramento.

Questa Campagna è rilevante sia per la possibilità di proiettare l’immagine della Marina Militare, delle Forze Armate e del sistema Paese in aree di non usuale gravitazione, sia per il supporto fornito alla  competitività internazionale di importanti realtà nazionali. In tale ambito si inquadra anche l’importante attività tesa a mostrare e far conoscere le capacità operative dell’Unita a favore di delegazioni composte da membri del congresso degli Stati Uniti ed ufficiali della US Navy nell’ambito del processo informativo per la definizione, da parte della US Navy, di una nuova classe di fregate (programma di acquisizione statunitense denominato Future Frigate Program FFG(X) destinata a colmare il gap capacitivo tra le Littoral Combat Ship (LCS) e le unità classe Arleigh Burke.Tale iniziativa di proiezione marittima e naval diplomacy rientra nel più ampio progetto che mira a “fare sistema”, integrando le capacità operative dell’Equipaggio con i moderni sistemi di fabbricazione italiana imbarcati su nave Alpino, costruita da FINCANTIERI, sponsor unico e partner della campagna.

La presenza oltreoceano è anche l’occasione d’incontro con le numerose comunità italiane residenti all’estero e include anche l’organizzazione di eventi culturali e di promozione dell’immagine dell’Italia e delle sue eccellenze.Media partner dell’attività sono Rivista Italiana Difesa (RID), Agenzia Nova e Report Difesa.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=54679

Scritto da su Giu 10 2018. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab