Home » Italia, News » EMISSIONI NOx: A GENOVA IL WORKSHOP DI NAUTICA ITALIANA

EMISSIONI NOx: A GENOVA IL WORKSHOP DI NAUTICA ITALIANA

GENOVA – Si è svolto ieri, presso Marina Genova, il workshop firmato Nautica Italiana e Ecospray Technologies: “La nuova sfida del controllo delle emissioni NOx: Normative, soluzioni multi-purpose e applicazioni pratiche”. Organizzato e proposto per anticipare e analizzare le problematiche legate alla prossima applicazione dei livelli di emissione IMO TIER III anche per imbarcazioni inferiori ai 24 m e 500 GRT che partiranno a gennaio 2021, l’evento ha fatto registrare una cospicua partecipazione di esperti oltre ai rappresentanti dei cantieri più in vista a livello nazionale e internazionale.

Volto ad approfondire le problematiche di implementazione a bordo degli yacht dei dispositivi per il controllo delle emissioni NOx, l’incontro è stato di grande attualità specialmente in considerazione della recentissima Certificazione EIAPP rilasciata dal RINA per il primo sistema IMO TIER III realizzato da Ecospray per Tankoa Yachts, in seno ad una consolidata collaborazione tecnologica.

La discussione ha avuto inoltre modo di approfondire le pressanti esigenze dei Cantieri, intervenuti numerosi, specialmente in relazione alle diverse opzioni tecnologiche a disposizione del comparto, nonché il quadro normativo di riferimento presentato durante la mattinata dagli esperti del RINA. Tra i vari argomenti discussi, di particolare interesse è stata, infine, la presentazione di una case history specifica, quella di Ecospray Tecnologies, che ha presentato il caso dell’ideazione, costruzione e successiva Certificazione di un proprio dispositivo a bordo del MY 72 m “SOLO” costruito da Tankoa Yachts.

“L’organizzazione di questo workshop giunge a conferma del fatto che vi sia una profonda sintonia tra i tecnici delle aziende associate a Nautica Italiana” – commenta Marco Cappeddu, Direttore Generale di Nautica Italiana – “quella di voler fornire una soluzione tempestiva alle problematiche legate al tema delle emissioni. In questo senso spero arrivi forte il messaggio, rivolto agli organismi legislativi internazionali, di una necessaria accelerazione nel dare le giuste indicazioni sul tema”.

“Le Convenzioni del IMO (Organo Internazionale Marittimo delle Nazioni Unite) influenzano la progettazione e costruzione degli yacht con incidenza sempre maggiore. In particolare, in materia di salvaguardia dell’ecosistema marino, i requisiti della Convenzione MARPOL esprimono severità sempre maggiore. La riduzione di emissioni di Ossidi di Azoto in atmosfera costituisce oggi, con l’applicazione del Code TIER III della MARPOL, una sfida importante per l’industria della nautica “, così Lorenzo Pollicardo, Segretario Generale di Nautica Italiana.

“L’abbattimento delle emissioni NOx nella nautica costituisce una sfida reale per il settore.” Commenta Maurizio Archetti, Presidente e Chief Scientist di Ecospray Technologies, che aggiunge: “Siamo molto soddisfatti per il conseguimento della Certificazione EIAPP per il primo sistema IMO TIER III e di quanto realizzato con Tankoa Yachts. Siamo sicuri che Ecospray possa dare il proprio contributo tecnologico a questo comparto”.
“La prossima entrata in vigore dell’emendamento MARPOL (Convenzione internazionale per la prevenzione dell’inquinamento causato da navi) dedicato agli yacht di stazza lorda inferiore a 500 GT, richiede un ulteriore abbattimento delle emissioni NOx.” Così l’Ing. Giorgio Gallo, Italy & South of France Yachting Center Manager del RINA, che aggiunge: “Per RINA è fondamentale supportare l’industria nautica nella comprensione delle più recenti normative affinché il comparto possa utilizzare al meglio gli strumenti a disposizione e la tecnologia più innovativa, nell’ottica di una sempre maggiore sostenibilità del settore.”

Leggi anche:

  1. Ucina incontra Nautica Italiana
  2. NAUTICA 365: NAUTICA ITALIANA PRESENTA LA NUOVA STORIA DEL MARE IN ITALIA
  3. CONTINUA LA CRESCITA DI NAUTICA ITALIANA CHE SUPERA I 60 ASSOCIATI
  4. “Nautica Italiana” è l’associazione che da oggi riunisce l’eccellenza nautica italiana
  5. Le imprese pugliesi della nautica al Salone di Genova: domani i workshop con Loredana Capone

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=56873

Scritto da Redazione su ott 19 2018. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato a Canale Pigonati di Brindisi; la storia, le potenzialità, le attuali richieste per il suo allargamento al fine di agevolare l’entrata nel porto interno delle grandi navi da crociera. Poi articoli sulle Zes, porti di Ancona, Bari, Campania ma anche le professioni del mare, il lavoro portuale nelle sue specificità ed un interessante racconto del porto di Salerno che nel Mediterraneo rappresenta un ponte tra Oriente ed Occidente.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab