Home » Italia, News » “Il fronte sull’acqua. Valorizzazione del waterfront di Brindisi”

“Il fronte sull’acqua. Valorizzazione del waterfront di Brindisi”

Brindisi-Si è svolta nella sala conferenze dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale(sede di Brindisi), la sottoscrizione di una convenzione tra l’AdSP MAM ed il Liceo Artistico “Marzolla-Simone-Durano” di Brindisi per valorizzare e promuovere il waterfront della città di Brindisi, attraverso graffiti e street-art, trasformeranno barriere stradali in cemento ed altri dispositivi di sicurezza, allocati in porto, in oggetti di arredo urbano. Partner del progetto saranno gli studenti delle terze classi del Liceo Artistico che, oltre ad essere impegnati in attività pittoriche pratiche, effettueranno visite guidate ed escursioni in porto ed analizzeranno tutti i segmenti posti in ambito portuale che necessitano di nuove prospettive di valorizzazione.

Il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, il prof. Ugo Patroni Griffi, si sofferma su un problema che affligge il territorio: “C’è un problema di marketing territoriale, un problema di cooperazione, in cui tutti quanti dobbiamo cercare di inserire la città di Brindisi -sulla mappa-”.

Per contrastare questo problema si deve partire da un’idea, passare per una cooperazione con il marketing territoriale, integrando le infrastrutture.

“Investire nei non-luoghi” continua Griffi, “I silos, ad esempio, in quasi tutto il mondo, sono diventati elementi iconici del paesaggio, ho tentato anche un’interlocuzione su Brindisi, ma non essendo sull’area demaniale non c’è stato alcun interessamento da parte dei proprietari”. “Tutti sono tenuti a collaborare, anche chi fa l’impresa, e dovrebbe avere il senso della compatibilità ambientale e della leva che l’impresa può esercitare sull’attrattività del territorio, quindi, penso che le associazioni industriali, la Camera di Commercio, debbano fare delle pressioni, anche sulle imprese, dove le infrastrutture di cui godono siano gradevoli e diventino loro stesse un messaggio di marketing”. “Alla scuola chiediamo uno scatto di innovazione, di fantasia, il modello non è solo l’opera verticale, il modello è anche il recupero di tutti gli arredi delle banchine, degli elementi industriali, architettonici, degli edifici, e molto altro”.

Suggestiva anche l’idea di realizzare una sorta di Walk of Fame sul waterfront dove , attraverso immagini, saranno raffigurati tutti i grandi personaggi della storia che hanno attraversato la cità di Brindisi.

Il dirigente scolastico del Liceo Artistico “Marzolla-Simone-Durano” di Brindisi, la prof. carmen Taurino:”Se il territorio chiama, la scuola non può che rispondere. E la nostra scuola è sempre stata molto aperta alle collaborazioni, e soprattutto a quelle di pregio”. “Mi piace pensare che, l’idea di coinvolgere questo liceo sia quello che negli anni, il nostro liceo, si è sempre speso nel dare un valore al territorio”. “La scuola si muove in questa direzione, valorizzare il territorio, valorizzare le competenze dei ragazzi, avvicinandoli al territorio”.

“La mission della nostra scuola è quella di aprirsi al territorio, una mission che la scuola ha nella sua indole, ma che,  anche le direttive ministeriali sostengono e promuovono. Il nostro liceo artistico, musicale, classico, ha una tradizione di lungo corso di collaborazione con gli enti e con le istituzioni, per la caratteristica peculiare anche di questo liceo, che ovviamente interpreta e vive l’arte. Ci è stata chiesta un’esperienza artistica e noi, ovviamente, rispondiamo mediante un’intervento di alternanza scuola-lavoro, che però affonda le sue radici in un’attività curriculare di studio del territorio, della storia e del passato di Brindisi”. “Da queste radici, noi, passiamo ad una riqualificazione che sarà poi il bozzetto finale, frutto di uno studio, che si costruisce su un’analisi attenta del passato della città di Brindisi”.

Salvatore Carruezzo


© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Convenzione tra AdSP MAM e Liceo Artistico “Marzolla-Simone-Durano” di Brindisi
  2. Brindisi: il futuro waterfront di Via del Mare
  3. A Brindisi Mare d’Inchiostro
  4. Brindisi punta sull’accoglienza turistica e cittadina
  5. “Nautica, cambusa e valorizzazione del territorio: il mare ci unisce”

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=57221

Scritto da Salvatore Carruezzo su nov 8 2018. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato a Canale Pigonati di Brindisi; la storia, le potenzialità, le attuali richieste per il suo allargamento al fine di agevolare l’entrata nel porto interno delle grandi navi da crociera. Poi articoli sulle Zes, porti di Ancona, Bari, Campania ma anche le professioni del mare, il lavoro portuale nelle sue specificità ed un interessante racconto del porto di Salerno che nel Mediterraneo rappresenta un ponte tra Oriente ed Occidente.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab