Home » Italia, News » Duci 2019 anno di transizione per shipping internazionale

Duci 2019 anno di transizione per shipping internazionale

ROMA – Con il 2020 alle porte che segnerà la stretta sulle emissioni inquinanti nel trasporto marittimo, il 2019 si annuncia un anno di transizione per lo shipping internazionale. “Nel 2019 le navi si dovranno adeguare per essere pronte il primo gennaio del 2020, e per tutte quelle che ad esempio dovranno montare lo scrubber (per il lavaggio dei fumi, ndr) avremo un’assenza temporanea dal mercato perché dovranno fermarsi per effettuare i lavori e questa riduzione di flotta potrebbe avere un effetto positivo sui noli” analizza il presidente di Federagenti Gian Enzo Duci provando a tracciare uno scenario del settore per il prossimo anno.

La normativa internazionale impone che i combustibili impiegati dalle navi dovranno avere un tenore di zolfo dello 0,50% contro l’attuale 3,50%, o per ottenere lo stesso risultato le navi potranno usare gli scrubber o usare il Gnl, gas naturale liquefatto. “Con le navi ferme per lavori, e penso che avverrà in maniera massiva, si toglierà tonnellaggio dal mercato e quindi riducendo l’offerta è facile che il livello dei noli possa leggermente salire dando ossigeno ad un mercato che ne ha bisogno” aggiunge Duci.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=57908

Scritto da su Dic 31 2018. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab