Home » Eventi, News » Gi Group e Assologistica presentano la ricerca “Evoluzione dei ruoli della logistica”

Gi Group e Assologistica presentano la ricerca “Evoluzione dei ruoli della logistica”

MILANO – Con un fatturato in aumento nel 2018 per il quinto anno consecutivo (circa 82 miliardi), 97mila operatori attivi e un valore complessivo dell’outsourcing che vale il 40,5% delle attività complessive*, il settore della logistica si presenta come estremamente dinamico e in profonda trasformazione.

In questo scenario, Gi Group, la prima multinazionale italiana del lavoro, ha realizzato in collaborazione con Assologistica, lo studio “Evoluzione dei ruoli della logistica” per fornire un contributo utile sullo sviluppo delle professioni del settore nei prossimi 3/5 anni.

Per questo studio è stato utilizzato il modello proprietario di gestione dei ruoli e delle persone Gi Group Star Matrix**; ne è derivata una segmentazione delle principali figure professionali con identificazione di quelle in crescita, stabili o in declino, alla luce dei fattori che interessano lo scenario di settore.

Il cambio dei comportamenti di acquisto e delle logiche distributive, unitamente all’entrata in scena dei principali cambiamenti tecnologici (Industry 4.0, big data, data analysis), sono tra i maggiori fattori di contesto che stanno modificando i modelli di business e di servizio della filiera. Sul totale dei ruoli mappati nello studio, il 34% risultano essere in crescita (in gran parte riconducibili alle aree Sales, Engineering e Customer Care) a fronte di un 17% di ruoli che risultano in declino (principalmente afferenti alle aree Amministrazione e Servizi Generali).

“La catena del valore dell’intero comparto sta mutando alla luce dei cambiamenti di contesto in ambito normativo, tecnologico e per effetto di nuovi stili di consumo: l’evoluzione delle competenze necessarie lungo tutta la filiera logistica e distributiva è conseguenza naturale della trasformazione in atto” – commenta Michele Savani, Division Manager Logistics Sector di Gi Group -. “Con questo studio intendiamo supportare la riflessione sul livello di servizio richiesto agli operatori logistici che è sempre più elevato, sia in termini di flessibilità che in termini di professionalità. Le strategie di people management che possono supportare l’evoluzione del settore devono, pertanto, includere soluzioni differenziate, sia di recruiting, per la gestione strutturata delle fluttuazioni di mercato, sia di Talent Acquisition o di formazione specialistica, per saturare i gap di competenze e permettere alle aziende del settore vantaggi competitivi.”

“Abbiamo da subito appoggiato la ricerca sui trend professionali del nostro settore, in quanto lavoro e occupazione sono da sempre al centro della nostra attività di Associazione che rappresenta il mondo della logistica in tutte le sue tante anime – commenta Jean François Daher, Segretario Generale di Assologistica -. I fattori di trasformazione che stanno modificando l’intera economia globale hanno un impatto diretto sulla filiera logistica, con un ruolo determinante di tecnologia e digitalizzazione dei processi dalle inevitabili ricadute occupazionali.

E allora chiedersi quale sarà il futuro del nostro mestiere e come cambierà il modo di fare logistica è un imperativo che anche la nostra Associazione non può non porsi. Come affrontare tutto questo? Investendo in primis in formazione e riconversione dei propri collaboratori, inserendo allo stesso tempo professionalità del tutto nuove rispetto a quelle tradizionali. Soluzioni apparentemente ovvie, ma non sempre e da tutti attuabili in tempi brevi. E in questo processo gli operatori logistici, il cui ruolo principe è l’efficientamento del processo distributivo, non possono e non devono essere lasciati soli”.

Per un quadro completo della mappatura realizzata su oltre 100 ruoli, raggruppati in 22 funzioni e 6 macro-aree, e il confronto con i principali player sull’evoluzione del settore, l’appuntamento è per giovedì 7 marzo 2019 alle ore 9.00 presso il Palazzo del Lavoro Gi Group, Piazza IV Novembre 5, a Milano.

Leggi anche:

  1. ASSOLOGISTICA FA IL PUNTO SULLA LOGISTICA ITALIANA
  2. SICILIA “HUB” DEL MEDITERRANEO: LE NUOVE POLITICHE STRATEGICHE DELLA LOGISTICA E DEI TRASPORTI VIA MARE
  3. ASSOLOGISTICA: UNA GIORNATA DI ANALISI SU COMMITTENZA LOGISTICA E COOPERATIVE
  4. SCAMBI PROFICUI TRA GOVERNO E ASSOLOGISTICA SULLA LOGISTICA SANITARIA
  5. ASSOLOGISTICA CHIEDE DIGNITA’ NORMATIVA ALLA LOGISTICA

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=58814

Scritto da Redazione su mar 1 2019. Archiviato come Eventi, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ai porti con un focus sulla Via della Seta e sulla via Traiana, il concetto dello IoT-Internet of Things, il contratto di ormeggio e il nuovo concetto di New-Port. Poi una riflessione sul principio di passaggio inoffensivo(riprendendo vicende come quella dell'Aquarius, Open Arms e Sea Watch 3). E ancora, approfondimenti sul potere amministrativo delle AdSP, Mare 2.0 e sulla navigazione delle navi e non delle merci.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab