Home » Eventi, Italia, News » “C’ERA UNA VOLTA IL PORTO”: AL VIA SABATO 23 MARZO I LABORATORI CREATIVI PER I PIÙ PICCOLI SULLA STORIA DEL PORTO FRANCO

“C’ERA UNA VOLTA IL PORTO”: AL VIA SABATO 23 MARZO I LABORATORI CREATIVI PER I PIÙ PICCOLI SULLA STORIA DEL PORTO FRANCO

Dalle 10 alle 12 la “paper engineer” Annalisa Metus condurrà i bimbi in un viaggio lontano tra velieri e merci

Trieste– Si gioca con la carta, si scopre la storia del porto. Sabato 23 marzo e sabato 6 aprile dalle 10 alle 12 la Torre del Lloyd a Trieste si trasformerà in un grande laboratorio di cartotecnica artistica con l’iniziativa “C’era una volta il porto”.

A cura della “paper engineer” triestina Annalisa Metus, le due mattinate creative offriranno l’opportunità ai bambini tra i 5 e i 10 anni di ricostruire con carta e cartoncino il Porto Franco tramite un teatrino pop-up che metterà in scena gli elementi principali che caratterizzavano il Porto 300 anni fa: i velieri, le merci imballate, i magazzini.

Della durata di 50 minuti, i laboratori si svolgeranno su due turni (il primo alle 10, il secondo alle 11) e accoglieranno 12 bambini l’uno. I genitori interessati al laboratorio dovranno prenotare il posto per i propri piccoli sul sito web https://portoftrieste300.com/eventi/laboratori-per-bimbi-cera-una-volta-il-porto/

L’iniziativa è un’occasione per sensibilizzare i più piccoli e le loro famiglie sull’importanza che il porto, oggi come trecento anni fa, continua a rivestire per la città, come luogo di incontro, scambio di idee e di culture diverse.

“In ogni città di mare il porto è luogo deputato all’incontro e allo scambio con realtà lontane e diverse, rese più vicine dagli accordi che facilitano le relazioni economiche. Dalla concessione della “Patente” a oggi –  dichiara il presidente Zeno D’Agostino –  più di sei generazioni di triestini hanno giovato di questa vitalità commerciale e culturale. Attraverso momenti dedicati ai più piccoli, come i laboratori, auspichiamo che anche le nuove generazioni possano conoscere le peculiarità della città in cui vivono, che ha radici lontane ma orizzonti sempre aperti”.

L’iniziativa “C’era una volta il porto” si inserisce nel ricco palinsesto di eventi organizzato dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale per ricordare l’istituzione del Porto Franco di Trieste da parte dell’Imperatore Carlo VI nel 1719. I laboratori, così come i numerosi altri appuntamenti del palinsesto celebrativo del 300° anniversario del Porto Franco di Trieste, sono descritti per esteso nel sito web dedicato https://portoftrieste300.com

Leggi anche:

  1. AL VIA LE CELEBRAZIONI PER I 300 ANNI DELLA FONDAZIONE DEL PORTO FRANCO DI TRIESTE
  2. 1719-2019: CELEBRAZIONI PER LA FONDAZIONE DEL PORTO FRANCO DI TRIESTE
  3. Porto di Trieste: Delrio passa la gestione del Punto Franco all’Authority
  4. Porto di Trieste: dalla Regione assenso a trasferimento del Punto franco
  5. IL PORTO FRANCO DI TRIESTE SPIEGATO AGLI IMPRENDITORI

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=59315

Scritto da Redazione su mar 21 2019. Archiviato come Eventi, Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab