Home » Italia, News » Accordo RFI, ASI e ADsPMAM per collegare la banchina di Costa Morena Est, nel porto di Brindisi, alla Rete Ferroviaria Italiana

Accordo RFI, ASI e ADsPMAM per collegare la banchina di Costa Morena Est, nel porto di Brindisi, alla Rete Ferroviaria Italiana

Brindisi-Oggi nella sala conferenze del Consorzio ASI di Brindisi, il presidente dell’ASI, Domenico Bianco, il presidente dell’Autorità di Sistema del Mare Adriatico Meridionale, il prof. Ugo Patroni Griffi ed il responsabile della Direttrice Adriatica di RFI, l’ing. Roberto Laghezza, ha illustrato la definizione dell’iter procedurale finalizzato a collegare direttamente la banchina di Costa Morena Est, nel porto di Brindisi, alla Rete Ferroviaria Italiana.

Una sinergia fattiva tra i tre soggetti coinvolti che produrrà la firma del contratto per esercizio del raccordo ferroviario: i nuovi binari che dall’ADsP MAM di Brindisi che ha realizzato nell’area di Costa Morena Est.
L’infrastruttura, attraverso il raccordo di proprietà del Consorzio ASI, consentirà l’allacciamento diretto dei binari portuali alla Rete Ferroviaria Nazionale per effettuare operazioni logistiche connesse con il trasporto ferroviario di merci di vario genere anche per mezzo di container.

Roberto Laghezza Responsabile Direttrice Adriatica

Il responsabile della Direttrice Adriatica di RFI, l’ing. Roberto Laghezza ci spiega:”Un’infrastruttura importante, parliamo di 10 chilometri di binari raccordati alla rete nazionale ed ovviamente alla banchina portuale. Si creano le condizioni per sviluppare i traffici e per rendere più competitivo il trasporto. Chiaramente questo non è un punto di arrivo, è un punto di passaggio verso un quadro di sviluppo più importante, tant’è che noi abbiamo un progetto gia finanziato che prevede il collegamento della Rete Nazionale a sud di Brindisi verso una nuova stazione di 4 binari lunghi 750 metri elettrificati, che consentiranno, nel 2024 quando saranno realizzati, di allungare i treni e quindi ridurre i costi di terminalizzazione, oltre ad eliminare, quella che oggi è la -sosta tecnica- che i treni merci fanno nella stazione di Brindisi”.

Domenico Bianco, presidente Consorzio ASI Brindisi

Il presidente dell’ASI, Domenico Bianco:”Oggi celebriamo una giornata importante, in soli 3 mesi, il Consorzio ASI, l’Autorità Portuale ed RFI sono riusciti a siglare un’accordo che permette di mettere in collegamento i binari presenti su Costa Morena Est, che permettono una prima intermodalità primaria ma necessaria per il -risveglio- della logistica del porto di Brindisi, alla Rete nazionale ferroviaria. Nelle prossime settimane gli operatori logistici potranno, finalmente, arrivare con le navi nel porto, potranno sbarcare i loro container e potranno andare su gomma o direttamente sulla rete ferroviaria in modo da raggiungere tutti i maggiori hub logistici sul nostro territorio. E’ stata una prova di efficenza della Pubblica Amministrazione. Una volta tanto, condiviso come si è condiviso l’obiettivo che era quello di rendere questo servizio al porto di Brindisi a distanza di 100 anni, di riportare la valenza della logistica che potrà essere una grossa opportunità per il rilancio del nostro porto e del nostro retroporto”.

presidente dell\’Autorità di Sistema del Mare Adriatico Meridionale, Ugo Patroni Griffi

Il presidente dell’Autorità di Sistema del Mare Adriatico Meridionale, il prof. Ugo Patroni Griffi:”Oggi, noi diciamo ai cittadini, alla collettività, che un territorio può crescere se ha le infrastrutture. La Via della Seta si attrae con le infrastrutture. Questa è un’infrastruttura essenziale, realizzata, operativa, collaudata che ha previsto un lavoro difficile per rimettere insieme tutti i pezzi dell’infrastruttura, non solamente l’aspetto fisico, l’accordo fatto con ASI ed RFI, ma è anche l’accordo economico con l’operatore di manovra per rendere sostenibile il costo di start-up, anche il reperimento sul mercato di un’impresa ferroviaria che fosse interessata ad un servizio di linea, come la GTS che scalpita per iniziare a lavorare”.

Salvatore Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. RFI, BRINDISI: RACCORDO FERROVIARIO NEL PORTO E NELLA ZONA INDUSTRIALE
  2. Porto di Brindisi: collegamento da Costa Morena Est alla rete ferroviaria
  3. Porto di Brindisi: tutti assolti per il Terminal di Costa Morena Est
  4. Porto di Brindisi: pronto il bando per il collegamento ferroviario a Costa Morena Est
  5. Porto di Brindisi: Enel pronta al consolidamento della banchina di Costa Morena

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=59358

Scritto da Salvatore Carruezzo su mar 22 2019. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab