Home » Italia, News » Ambiente: ministro Costa: “Due decreti ministeriali per la Sicilia”

Ambiente: ministro Costa: “Due decreti ministeriali per la Sicilia”

Bloccati otto pozzi petroliferi offshore e imposte alla raffineria di Milazzo le BAT: le emissioni saranno tagliate del 50%

Milazzo- “Oggi porto a Milazzo due buone notizie per l’ambiente e quindi per la salute dei cittadini”: lo ha annunciato il ministro dell’Ambiente Sergio Costa intervenendo al Museo del Mare di Milazzo, dove è esposto lo scheletro di un capodoglio spiaggiato per la plastica.

“Ho già firmato il decreto ministeriale – ha detto il Ministro Costa davanti a una sala gremita – affinché la raffineria di Milazzo, come gli altri impianti simili, adotti le Bat, le migliori tecnologie esistenti. In questa maniera le emissioni saranno sensibilmente ridotte, si stima del 50%”.

“Se c’è un modo migliore per gestire l’ambiente e quindi la salute, io come uomo dello Stato ho il dovere di farlo e di servire il cittadino”, ha aggiunto il ministro.

“Inoltre, sempre con decreto ministeriale abbiamo fermato otto nuovi pozzi petroliferi davanti alla piattaforma Vega, la più grande piattaforma offshore del Mediterraneo. La commissione Via Vas ha ritenuto che non rispettasse le garanzie ambientali e io ho firmato il relativo decreto che ferma i progetti. Servono piccoli passi che seguono una visione coerente e precisa. Così si raggiungono gli obiettivi”, ha concluso Costa.

Leggi anche:

  1. Stop Ue a plastica monouso. Costa «Voto storico»
  2. Si attendono i decreti attuativi sui porti
  3. Costa Concordia: le barriere sommerse come risorsa per ambiente e economia
  4. Il Ministro Clini firma il Piano operativo di difesa del mare e della costa
  5. Costa Concordia: per il ministro Clini il problema ambientale è serio

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=60522

Scritto da Redazione su apr 24 2019. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab