Home » Internazionale, News » Gibuti: La Brigata Marina San Marco addestra la Guardia Costiera gibutiana

Gibuti: La Brigata Marina San Marco addestra la Guardia Costiera gibutiana

Concluso il 31 luglio scorso il 1° Modulo Addestrativo a favore della Guardia Costiera gibutiana

Si è concluso a Gibuti, il 31 luglio scorso il 1° Modulo Addestrativo V.B.S.S. (Visit, Board, Search and Seizure) in scenari “Compliant” (non ostili) a favore du Groupe d’Intervention Rapide de la Garde-Cotes (G.I.R.G.C.) gibutiana, iniziato il 13 dello stesso mese e che, per una durata di circa 3 settimane, ha visto la partecipazione di 22 militari gibutiani.

Alla cerimonia di consegna degli attestati sono intervenuti la Sig.ra Ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, il comandante della Garde-Cotes di Gibuti, colonnello Wais Omar Bogoreh, il comandante la Base Militare Italiana di Supporto, capitano di vascello Liborio Francesco Palombella, e altre autorità politiche e militari locali.

Il Modulo Addestrativo V.B.S.S. è stato condotto da un Mobile Training Team (M.T.T.) del 2° Reggimento San Marco della Brigata Marina San Marco, composto da professionisti del settore i quali, sfruttando le competenze e l’esperienza nelle Maritime Interdiction Operations (M.I.O.), hanno pianificato e condotto un addestramento specifico inerente l’impiego delle armi in dotazione, la conduzione di esercitazioni a fuoco presso il poligono di Artà, il nuoto operativo, il movimento tattico a bordo di unità navali da ispezionare, l’acquisizione delle necessarie tecniche per la salita a bordo di una nave mercantile e la relativa messa in sicurezza e, per finire, una dimostrazione statica degli equipaggiamenti in dotazione al 2° Reggimento San Marco, svolta a bordo della fregata Antonio Marceglia.

Lo svolgimento del Modulo Addestrativo ha fornito le capacità necessarie ai due boarding teams gibutiani per poter operare in maniera coordinata a bordo del naviglio mercantile cooperante, metterlo in sicurezza e procedere alla sua ispezione.

La cerimonia di consegna dell’attestato si è tenuta presso la sala delle cerimonie della Base della Guardia Costiera di Doroleh, dove il Ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, ha incontrato il personale istruttore e frequentatore esprimendo la personale soddisfazione per il momento addestrativo appena concluso, e l’auspicio per una sempre più fruttuosa e stretta collaborazione tra la Marina Militare italiana e la Guardia Costiera gibutiana.

Leggi anche:

  1. 14/16 Maggio: La Guardia Costiera al Forum PA 2019
  2. La Guardia Costiera al “Villaggio dell’Ambiente”
  3. MARINA MILITARE: ALLA BRIGATA MARINA SAN MARCO IL PREMIO QUALITA’ DELLA VITA
  4. Guardia Costiera Italiana a Kuala Lumpur
  5. LA GUARDIA COSTIERA VIGILA LA RISERVA MARINA DI TORRE GUACETO

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=65498

Scritto da Redazione su ago 7 2019. Archiviato come Internazionale, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab