Home » Infrastrutture, Italia, Legislazione, News » Zes Campania, operativo il credito d’imposta per le imprese che investono nelle zone economiche speciali

Zes Campania, operativo il credito d’imposta per le imprese che investono nelle zone economiche speciali

E’ già possibile presentare l’istanza  per  attivare il credito d’imposta per le aziende che intendono avviare attività economiche o investimenti nelle zone economiche speciali. Si tratta della prima misura agevolativa  messa in campo per sostenere gli investimenti nelle ZES . In Campania le imprese che vorranno investire potranno, immediatamente,  usufruire  del credito d’imposta  in quanto l’Amministrazione regionale ha già provveduto  -  una delle prime in Italia -   al riconoscimento della  “ZES Campania” istituita con D.P.C.M dell’11 maggio 2018 .

Alle imprese che investiranno è concesso il credito d’imposta su investimenti effettuati nel limite massimo di 50 milioni di euro, per ciascun progetto, con una agevolazione  commisurata alla quota del costo complessivo dei beni che dovranno risultare acquisiti entro e non oltre il 31 dicembre 2020. Le  aliquote del credito d’imposta sono stabilite nella misura massima consentita dalla Carta europea degli aiuti a finalità regionale e sono così definite:

dal 10% al 25% per le grandi aziende;
dal 15% al 35% per le medie ;
dal 20% al 45% per le piccole imprese.

E’ prevista la revoca dei benefici concessi e goduti alle  imprese che non manterranno le attività in area zes per almeno sette anni  dal completamento dell’investimento oggetto delle agevolazioni.

Per fruire del credito d’imposta, i soggetti interessati dovranno presentare,  istanze di accesso alle agevolazioni fino al 31 dicembre 2020, utilizzando, esclusivamente in modalità telematica,  la procedura informatica e il modello aggiornato disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate all’indirizzo:

http://www.agenziacoesione.gov.it/zes-zone-economiche-speciali/zes-campania/

Leggi anche:

  1. Zone economiche speciali, dal governo Musumeci arriva il via libera
  2. ZES Adriatica: via libera dal Governo nazionale. La Puglia prima regione in Italia ad avere due zone Economiche Speciali interregionali
  3. SRM a Dubai per promuovere le Zone Economiche Speciali del Mezzogiorno
  4. Le Zone Economiche Speciali, aspetti applicativi
  5. ZES – Zone Economiche Speciali: Nuove opportunità per il territorio

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=67724

Scritto da Redazione su set 29 2019. Archiviato come Infrastrutture, Italia, Legislazione, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab