Home » Ambiente, Eventi, Italia, Legislazione, News » Ministero Ambiente: una Carta d’intenti per valutazioni ambientali trasparenti e partecipate

Ministero Ambiente: una Carta d’intenti per valutazioni ambientali trasparenti e partecipate

Il 29 ottobre al SIOI workshop CReIAMO PA con esperti nazionali e internazionali nell’ambito del progetto ideato dal Ministero dell’Ambiente

Roma- Il Ministero dell’Ambiente, nell’ambito del Progetto CReIAMO PA, lavora a una carta d’intenti condivisa per favorire la trasparenza e la partecipazione nelle Valutazioni Ambientali. Martedì 29 ottobre presso la SIOI (Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale, Palazzetto Venezia in Piazza di San Marco 51 a Roma, dalle 9.30 alle 17) esperti di livello nazionale e internazionale si confronteranno sui percorsi innovativi necessari a rafforzare l’informazione, la consultazione e la partecipazione nelle Valutazioni Ambientali. Il workshop si svolge in un momento di ampio dibattito sul miglioramento dell’efficacia delle politiche ambientali, anche alla luce degli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

In questo contesto si inquadra la “Carta d’intenti per la trasparenza e la partecipazione nelle Valutazioni Ambientali”, prodotta da un confronto con le Regioni, le Associazioni, gli Enti e i Proponenti, presentata nel corso del workshop. La Carta si propone come documento aperto alla sottoscrizione e al contributo propositivo di amministrazioni, organismi, enti, università, associazioni e portatori d’interesse.

I lavori della giornata saranno aperti da un messaggio del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa e dal saluto del Presidente della Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale, Franco Frattini. A seguire, gli interventi del Direttore Generale della Direzione per le Valutazioni Ambientali del Ministero dell’Ambiente Giuseppe Lo Presti e del Presidente di Sogesid S.p.A. Enrico Biscaglia.

CReIAMO PA, progetto a valere sul “PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020”, ideato dal Ministero dell’Ambiente con Sogesid Soggetto Attuatore, nasce con l’obiettivo di accompagnare la modernizzazione delle pubbliche amministrazioni ampliandone le competenze e l’efficienza in campo ambientale. La linea d’intervento LQS1 del progetto è interamente rivolta alle azioni per il miglioramento dell’efficacia dei processi di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) e di Valutazione d’Impatto Ambientale (VIA).

Leggi anche:

  1. Camera dei Deputati, De Micheli in audizione alla Commissione Ambiente
  2. PROGETTO EFFETTO FARFALLA: 100 EDUCATORI AMBIENTALI NELLE SPIAGGE SARDE
  3. Camera dei Deputati-Commissione Ambiente: Audizioni su tutela ambiente marino
  4. Ambiente, Costa: “Italia leader mondiale nelle tecnologie ambientali, la Cina è un partner importante”
  5. Regione Liguria: Carta dei servizi turistici e ambientali dei porticcioli

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=69300

Scritto da Redazione su ott 25 2019. Archiviato come Ambiente, Eventi, Italia, Legislazione, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato allo shipping con un focus sul soccorso in mare e sulla Brexit, il ruolo del porto di Salerno e la "Barletta marinara". Poi un approfondimento sui fari di Brindisi ed uno sul trasporto ad emissioni zero con Emma. E ancora, approfondimenti sulle crociere e sulla sicurezza nei nostri porti.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab