Home » Ambiente, Cultura, Eventi, Italia, News » Fish n’ Ships: giocare a carte per salvare il mare

Fish n’ Ships: giocare a carte per salvare il mare

Venerdì 25 settembre a Trieste Next 2020, il festival della ricerca scientifica di Trieste, verrà presentato il gioco Fish n’ Ships, ideato con la collaborazione dell’Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale OGS. Sulla scia del grande successo dei giochi di carte collaborativi, OGS, in collaborazione con White Cocal Press, specializzata in giochi da tavolo, ha ideato un modo divertente per far conoscere ai ragazzi l’ecosistema marino e sensibilizzarli alla gestione sostenibile delle sue risorse. Il gioco è pensato soprattutto per le scuole, e viene distribuito gratuitamente ad ogni scuola che ne faccia richiesta. Fish n’ Ships verrà presentato in anteprima nazionale a Trieste Next2020 “Science for the planet – 100 proposte per la vita che verrà”.

Come si gioca a Fish n Ships:

Le carte alla base del gioco riproducono trentasei specie del Mare Adriatico, divise in macrocategorie: produttori (vegetali), consumatori primari, consumatori secondari e consumatori terziari. Ciascun giocatore dovrà “costruire” il proprio mare una volta raggiunta una situazione di mare in equilibrio, ovvero in cui ci siano specie rappresentanti tutti i livelli trofici, il giocatore potrà cominciare a pescare nel proprio mare ma dovrà stare attento agli effetti. Togliere una specie infatti potrebbe intaccare l’equilibrio del proprio mare. Se questo si rompe, una specie sarà costretta a migrare nel mare di un giocatore vicino capace di sostenerla. Questo introduce il concetto dell’impatto della pesca non solo sulla specie pescata, ma su tutta la rete trofica, nonché delle migrazioni.

Le carte di pesca illustrano ben otto sistemi di pesca differenti, con le proprie specie bersaglio e con i propri effetti secondari su ambiente e altre specie. Alcuni strumenti di pesca, infatti, causano la perdita di determinate carte. Ad esempio, lo strascico di fondo causa il danneggiamento delle piante marine. Quindi, oltre a pescare la specie voluta, si perderà anche un produttore, con conseguente possibile danno per tutta la rete trofica. Nel gioco sono presenti poi carte particolari che riguardano importanti tematiche ambientali, inserite allo scopo di rendere varia l’esperienza ludica e di incrementare la possibilità di interazione con gli avversari. Alcune hanno un effetto positivo (Aree Marine Protette, Ripopolamento, Innovazione nella pesca, …), altre negativo (Riscaldamento climatico, eutrofizzazione, pesca di frodo, specie aliene …), affrontando diversi concetti di sostenibilità marina.

Fish ‘n Ships è stato realizzato da Diego Manna e Roberta Zucca di edizioni White Cocal Press (già produttori di giochi come Frico e Barkolana) per OGS – Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale nell’ambito del progetto FAIRSEA (Fisheries in the Adriatic Sea – a Shared Ecosystem Approach, e viene distribuito a scuole ed enti che ne fanno richiesta.

Leggi anche:

  1. L’Autorità di Sistema Portuale a Slow Fish con la Cooperativa dei Mitilicoltori della Spezia promuove i prodotti del mare del nostro territorio
  2. Slow Fish: Genova capitale del mare bene comune
  3. Slow Fish 2019 al Porto Antico di Genova
  4. Zes “Tavolo tecnico”: Brindisi ha tante carte da giocare
  5. UK: l’Ufficio Idrografico pubblica carte per il Vietnam e Mare del Sud della Cina

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=78763

Scritto da Redazione su set 16 2020. Archiviato come Ambiente, Cultura, Eventi, Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab