peyrani
Home » Porti » Porto di Anzio: decisivo il decreto reginale

Porto di Anzio: decisivo il decreto reginale

La presidente della Regione Lazio Renata Polverini ha firmato oggi il decreto regionale che sancisce il via libera definitivo alla realizzazione del nuovo porto di Anzio. “La firma di oggi è uno dei passi più importanti in assoluto verso la realizzazione di un’opera fondamentale per il futuro di Anzio – ha spiegato il consigliere Romeo De Angelis -. In questi anni, grazie all’impegno del Pdl è stato portato avanti un progetto destinato a cambiare la storia della nostra città, visto che il nuovo bacino rappresenta il punto cardine per il rilancio economico del territorio”. Se con la firma del decreto regionale si avvicina a grandi passi il giorno della posa della prima pietra, resta di importanza vitale per l’economia anziate il dragaggio dell’attuale bacino portuale. “Mi sono recato personalmente presso la Regione Lazio – conclude De Angelis – per parlare con l’assessore Francesco Lollobrigida in merito alla manutenzione del porto di Anzio, che va fatta con una precisa programmazione in modo da impedire l’insorgere di emergenze per la sicurezza dei natanti e degli operatori del settore nautico. Ho avuto rassicurazioni dagli uffici che la procedura è pronta e il problema sarà presto risolto”.

Salvatore Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Porto di San Salvo: ricapitalizzazione per lo sviluppo turistico

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=243

Scritto da Salvatore Carruezzo su mar 3 2011. Archiviato come Porti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°1

BRINDISI - In questo numero lo speciale è destinato alle crociere con i dati di Rsiposte Turismo e le previsioni per il 2017 di un settore ormai fondamentale per l’economia del Paese. Ma anche le importanti novità sulla safety portuale e sui regolamenti dell’Unione Europea sui servizi portali e la trasparenza finanziaria dei porti. Poi i porti di Napoli. Ancona, Trieste, Piombino e Olbia con gli investimenti e le nuove infrastrutture previste nei diversi scali italiani.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab