Home » Authority, Italia, Legislazione, Marinas, News, Porti, Sud, Trasporti » Convegno Porti e ambiente: a Brindisi si parla di riforma della 84/94

Convegno Porti e ambiente: a Brindisi si parla di riforma della 84/94

Manca uno studio amministrativo che riguardi il diritto sulla portualità. La professoressa Gabriella De Giorgi, docente di dell’Università del Salento, ha esordito così nel convegno organizzato a Brindisi “Porti e ambiente”. “Abbiamo il dovere, attraverso le università, di studiare la situazione – ha spiegato la professoressa De Giorgi – è lo scopo di studi che stiamo portando avanti con molto interesse. Le leggi attuali, in particolare la 84/94, hanno bisogno di essere aggiornate”. Per questo, gli atenei di Lecce, Napoli, Trieste e Roma hanno comiciato a raccogliere attraverso un questionario suggerimenti, idee e critiche sul diritto di questo delicato settore. Un metodo di lavoro che sarà comletato anche con il Prin (Progetto di ricerca nazionale) e avrà lo scopo di dare un contributo concreto per le attese riforme. Mentre il presidente dell’Autorità portuale di Brindisi, Giuseppe Giurgola, annuncia l’arrivo per il 2012 di Msc e inserisce tra le priorità dello scalo pugliese, proprio la ricerca di compagnie crocieristiche internazionali che rivitalizzino il settore del traffico passeggeri; a Roma i tavoli di discussione sulla riforma sono temporaneamente bloccati. “Tra i 57 porti di rilevanza internazionale – ha precisato il presidente Giurgola – l’Unione europea ha inserito undici scali italiani: in Puglia ci sono solo Brindisi e Taranto”. Il riferimento all’importanza strategica dei due porti è ovviamente al cosiddetto Corridoio 8 che collega Gioia Tauro, Taranto, Brindisi con i Balcani. A proposito della riforma della 84/94, che proprio Giurgola insieme a Stefano Parisi ed Ercole Incalza studiarono nel 1994, il presidente ha anche ribadito la necessità di aggiornarla. “Dopo tanti anni – ha concluso Giurgola – è tempo di apportare qualche modifica per attualizzarla. Io, ad esempio, sono assolutamente convinto che andrebbe ridotto il numero delle Autorità portuali”.

Francesca Cuomo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. La Sicilia punta sui porti turistici
  2. DEL NOBILE NUOVO SEGRETARIO GENERALE DELL’AUTHORITY DI BRINDISI
  3. BRINDISI, NUOVE ROTTE CON LA IONIAN QUEEN
  4. PARLIAMO DI PORTI PRIMO INCONTRO TEMATICO SUL PROGETTO JOVE
  5. THE NEAR EAST: L’INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLA LOGISTICA DELL’AREA DI BRINDISI

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=323

Scritto da Francesca Cuomo su mar 14 2011. Archiviato come Authority, Italia, Legislazione, Marinas, News, Porti, Sud, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ad Assologistica e alle idee per il futuro messe insieme dall’associazione di categoria: le commissioni interne hanno espresso i loro orientamenti in maniera dettagliata e su questo tracciato si disegnano le decisioni future. All’interno di questo numero troverete anche tante informazioni sui porti di Livorno, Piombino, Trieste, Civitavecchia, Venezia e Genova ma anche le direttive internazionali sull’utilizzo di Gnl per uso energetico e la Brexit.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab