peyrani
Home » Italia, Marinas, News, Porti » XII Convention del Propeller Club. Mennitti: “Lo sviluppo del porto di Brindisi non è solo industriale”

XII Convention del Propeller Club. Mennitti: “Lo sviluppo del porto di Brindisi non è solo industriale”

E’ un intervento accorato ma fermo su posizioni già note e che rispecchiano proprio quel consenso popolare, inserito nei primi punti della discussione dell’intero convegno del Propeller Club, quello del sindaco della città Domenico Mennitti. “Brindisi ha già dato un contributo molto importante alla produzione di energia – ha spiegato il primo cittadino – e non abbiamo bisogno di scienziati che vengano a dirci quanto è importante questo settore per l’economia del Paese.

Lo sappiamo già e sappiamo anche che abbiamo fatto abbastanza”. Rispondendo alle tante polemiche e critiche accompagnano l’intenzione di Lng di costruire un impianto di rigassificazione a Brindisi, Mennitti rifiuta il “ricatto occupazionale” che già in passato ha modificato la volontà di scegliere del territorio e sostiene invece la possibilità di superare questo momento rilanciando, con ben altre peculiarità, il porto di Brindisi. “L’importanza del nostro porto non si può limitare all’arrivo di carboniere o gasiere – ha continuato il sindaco – ma, al contrario, deve basarsi sul turismo. La posizione geografica ci consente di diversificarci senza alcuna perdita”.

Dello stesso avviso è anche l’assessore all’Urbanistica, Antonio Bruno, che in questi mesi sta mettendo a punto insieme al professor Goggi il Piano urbanistico generale. “Non possiamo ignorare la realtà energetica presente sul nostro territorio – ha infatti sottolineato Bruno – ma possiamo almeno bloccare l’ennesimo tentativo di proliferazione industriale di questo tipo. Da questo momento in poi, dobbiamo cercare di superare quelle scelte e programmare in maniera differente lo sviluppo di questa città. Per farlo però, occorre una cultura che, con la giusta integrazione dei privati, guardi oltre”. Il riferimento è alla possibilità di sviluppare con i project financing la ristrutturazione o la realizzazione di opere utili a creare le occasioni di rilancio.

Francesca Cuomo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Convention Propeller Club: istituzioni e tecnici discutono di infrastrutture portuali
  2. Propeller Club: venerdì al via la Convention nazionale a Brindisi
  3. Convention nazionale del Propeller Club: domani la presentazione dell’evento a cui potrebbe partecipare Haralambides
  4. Lo sviluppo di un porto è sviluppo della città
  5. XII CONVENTION NAZIONALE DELL’INTERNATIONAL PROPELLER CLUB A BRINDISI

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=1250

Scritto da Francesca Cuomo su mag 28 2011. Archiviato come Italia, Marinas, News, Porti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab