peyrani
Home » Italia, News, Porti » Capitaneria di porto: esercitazione di ammaraggio a Brindisi

Capitaneria di porto: esercitazione di ammaraggio a Brindisi

La Capitaneria di porto di Brindisi durante la giornata ieri 7 luglio, ha organizzato un’attività addestrativa finalizzata di testare le capacità di intervento e di risposta operativa nel contesto di soccorso ad un aeromobile incidentato in mare.

La simulazione dell’emergenza è stata comunicata dalla Torre di Controllo dell’Aeroporto di Brindisi: un ATR-42, con 30 passeggeri a bordo, in avvicinamento all’aeroporto di Brindisi, era costretto ad ammarare nella zona di mare a nord della Diga di Punta Riso a causa di un principio di incendio a bordo.

E’ scattata, quindi, tutta la complessa macchina dei soccorsi che ha visto uomini e mezzi navali della Guardia Costiera di Brindisi, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e dei Vigili del Fuoco e da una pattuglia della Polizia di Stato. Intanto si attivava anche la procedura per l’assistenza a terra in una zona già prevista dal Piano di emergenza in vigore che ha visto impegnati gli uomini della Capitaneria di porto nell’organizzazione del punto di sbarco naufraghi.

Non è mancata la collaborazione dei Servizi Portuali (Piloti, Rimorchiatori, Barcaioli, Ormeggiatori) con i propri uomini e mezzi coinvolti nell’esercitazione dalla Sala Operativa della Guardia Costiera. Si è proceduto, quindi, con la simulazione della ricerca e recupero dei naufraghi e dell’immediato trasporto in porto degli stessi nella zona di sbarco individuata ove, virtualmente, è stato allestito un Punto di Sbarco Naufraghi.

A corollario si è simulato l’inquinamento del mare causato dall’aereo stesso richiedendo l’intervento delle ditte disinquinanti operanti in porto e dell’unità Castalia prevista dal Ministero dell’Ambiente. Grazie alla fattiva collaborazione di tutti gli intervenuti l’esercitazione si è svolta nel migliore dei modi registrando una sinergia tra gli stessi e il raggiungimento degli obiettivi prefissati. L’attività svolta è stata seguita dai superiori Comandi e dalla Prefettura di Brindisi.

Leggi anche:

  1. A fuoco la Ameland: esercitazione nel porto di Brindisi
  2. Capitaneria di porto: 3 mila unità per Mare sicuro
  3. Porto di Brindisi: parte l’operazione Mare sicuro 2011
  4. Brindisi-Corfù: porto interno interdetto e controlli extra della Capitaneria
  5. Sbarcarono gli uomini dell’Albania portando le ali del futuro: Brindisi festeggia il ventennale degli sbarchi

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=2376

Scritto da Redazione su lug 8 2011. Archiviato come Italia, News, Porti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°3

BRINDISI - In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alle crociere, a livello nazionale ed internazionale, con i nuovi dati di Risposte Turismo: dalla classifica dei porti italiani in base al numero di croceristi alle previsioni per il 2018 con i programmi dei porti già fissati con le grandi compagnie. Poi un focus di Stefano Carbonara sul cyber crimine applicato al mondo dello shopping con lo contromosse necessarie. Da Assologistica arrivano anche le indicazioni per il mondo dei porti e non solo, con tendenze e lacune da colmare. Ad Ancona, Napoli, Trieste, Venezia, Brindisi e Livorno sono dedicati tanti servizi sulle ultime notizie che giungono da questi scali dopo la riforma dei porti..
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab