peyrani
Home » Marinas, News, Porti » Magna Grecia Mare: i progetti per valorizzare la pesca

Magna Grecia Mare: i progetti per valorizzare la pesca

Il progetto del’associazione ambientalista Magna Grecia Mare, per la rivalutazione culturale e turistica dei porticcioli pugliesi e greci, è stato ammesso al finanziamento nell’ambito del Programma Europeo Interreg di Cooperazione Grecia-Italia 2007-2013.

L’iniziativa è stata curata con l’assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia – Servizio Caccia e Pesca, con la Città di Tricase, con il Comune di Giovinazzo, con la Municipalità di Korission (Corfù – Grecia) e l’Associazione dei Pescatori del Porto di Petriti (Corfù – Grecia).

Il modello proposto si basa sulla valorizzazione delle comunità della pesca di Tricase, Giovinazzo e Korission (Corfù): gli antichi mestieri e le loro attrezzature, le tecniche tradizionali della pesca, le tipologie di imbarcazioni e le rotte, le modalità di conservazione, preparazione e consumo del pesce locale e rendere fruibile al turista questo patrimonio.

Verrà inoltre creata un’unica rotta, un percorso che lega Tricase con Giovinazzo e Korission (con la costituzione del Consorzio Magna Grecia Mare), lungo il quale il turista del mare approderà nei piccoli porti trasformati in porti musei. L’iniziativa – è detto nella nota – vuole «custodire e valorizzare i saperi e i sapori del patrimonio socio-culturale delle coste e del mare» e offrire «opportunità di impiego e creazione di attività di microimprese nel settore turistico e nella ricettività».

Il progetto – precisa la nota – nasce dalla ‘consapevolezza che le coste italiane e greche sono da sempre il punto di partenza e approdo di rotte nautiche, che nei secoli hanno portato ad intensi scambi commerciali e culturali tra due culture dominanti del Mediterraneo: quella romana e greca, stabilendo una contaminazione, che oggi il progetto Magna Grecia Mare intende valorizzarè.

In questo progetto confluiscono anche i risultati delle iniziative Un mare di dialoghi 2007 – 2008, e Verso una rotta comune per la Pesca sostenibile 2010. Il progetto prevede la creazione del ‘Porto museò, itinerari istruttivi sulla banchina e sul mare, la creazione di una bibliomediateca sulla cultura del mare, quella di laboratori del mare, un percorso formativo itinerante tra Grecia, Puglia percorribile con il caicco Portus Veneris, la nave scuola dell’associazione Magna Grecia Mare.

Salvatore Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Porto di Ancona: la Regione studia programma per incentivare la pesca
  2. Ancora su pesca ricreativa e sportiva
  3. Pesca sportiva: serve una dichiarazione in Capitaneria
  4. Porto di Genova: In mostra i progetti mai realizzati
  5. PROGETTO SEALINK: POLO TRA GRECIA E ITALIA

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=3023

Scritto da Salvatore Carruezzo su ago 3 2011. Archiviato come Marinas, News, Porti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab