peyrani
Home » Marinas, News, Porti » Otranto ha un piano regolatore portuale

Otranto ha un piano regolatore portuale

Finalmente, il Porto di Otranto ha un Piano Regolatore. Dopo tre anni di lavoro, la Giunta pugliese del Governatore Vendola, ha approvato il piano, dopo tutti i pareri espressi dai vari enti titolati a farlo per legge.

Luciano Cariddi, sindaco di Otranto, si dichiara soddisfatto per la delibera regionale di ieri in quanto la città portuale si dota di uno strumento tecnico operativo per tutte opportunità future per lo sviluppo del porto stesso e di  questo territorio salentno.

Dal punto di vista strettamente marittimo, con questa approvazione, il porto di Otranto passa da “porto rifugio”, il più ad est del canale medesimo, a porto di interesse regionale e non solo.

Infatti, lo strumento urbanistico del PRP permetterà una seria programmazione per competere come porto commerciale, passeggeri e di turismo per la nautica da diporto; oltre ad essere punto di riferimento per la pesca costiera e di altura; come pure porto base militare contro l’immigrazione clandestina e traffici illeciti.

Comunque, l’amministrazione locale punta alla realizzazione del porto turistico interno; il PRP  punterà ad  una chiara realizzazione degli ormeggi (area ex Fabbriche), con un impianto antincendio fisso, a garanzia di una maggiore sicurezza in ambito portuale.

Abele Carruezzo

Foto: SC Lab

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Porti di Civitavecchia: primo comitato portuale di Monti
  2. Porto di Ancona: Regione vara Piano regolatore di Numana
  3. Nuovo porticciolo turistico ad Otranto: progetto per 417 posti barca
  4. Porto di Pescara: partito l’iter per il Piano regolatore
  5. Staffetta nautica a Brindisi: Gingilla porterà il testimone ad Otranto

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=3040

Scritto da Abele Carruezzo su ago 3 2011. Archiviato come Marinas, News, Porti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab