peyrani
Home » News, Porti » Porto di Monfalcone: operatori pronti ad investire

Porto di Monfalcone: operatori pronti ad investire

Gli operatori del porto di Monfalcone hanno confermato il loro interesse a essere presenti e a investire nello sviluppo della scalo, purchè questo possa avvenire all’interno di un disegno di respiro strategico e con una governance chiara e trasparente.

Lo hanno ribadito in un incontro promosso dall’assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità Riccardo Riccardi, che si è svolto nella sede della Regione a Udine. Gli imprenditori portuali erano guidati da Raffaele Bortolussi, presente anche Maurizio Maresca per conto di Unicredit Logistics.

Gli operatori, in particolare, hanno riconfermato piena condivisione e sostegno al progetto avviato dalla Regione di costituire per legge un’Agenzia in grado di attivare e gestire la piastra portuale e logistica alla radice del Corridoio Adriatico-Baltico, un Ente che abbia il ruolo di regolatore del porto.

Lo scalo ha infatti grandi potenzialità di sviluppo, soprattutto per le ampie aree alle spalle delle banchine, pari a 5 milioni di metri quadrati. Però gli operatori sono preoccupati per i ritardi nell’avvio dei lavori di dragaggio del canale di accesso, che potrebbero compromettere non solo l’acquisizione di nuovi traffici ma anche quelli esistenti, con negative ricadute per il territorio.

Salvatore Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Haralambides e Prete pronti alla collaborazione per i porti di Brindisi e Taranto
  2. Porto di Bari: pronti all’accoglienza dei russi
  3. Porto di Taranto: pronti a realizzare la Piastra Portuale
  4. Costa brindisina interdetta: pronti i primi progetti per mettere in sicurezza la falesia
  5. Porto di Monfalcone: pronti 8 milioni di euro per gli escavi

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=3894

Scritto da Salvatore Carruezzo su set 12 2011. Archiviato come News, Porti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab