Home » Marinas, News, Porti » Porto di Brindisi: nell’area di Sant’Apollinare un quartiere fieristico permanente

Porto di Brindisi: nell’area di Sant’Apollinare un quartiere fieristico permanente

La volontà di far diventare l’area di Sant’Apollinare e l’ex Capannone Montecatini un quartiere fieristico permanente è stata al centro di un incontro che si è svolto questa mattina.

Di proprietà dell’Autorità portuale, questi spazi dovrebbero servire ad ospitare fiere e manifestazioni nel corso di tutto l’anno e non solo, come accade adesso, per il Salone nautico della Puglia.

All’incontro, a cui hanno partecipato anche i massimi rappresentanti di Comune, Provincia,Consorzio Asi e Authority, è stata sollecitata dalla Camera di commercio la necessità di costituire un ente fiera che si occupi di tutta la parte burocratica che precede quella tecnica, in cui dovranno essere risolti i problemi relativi a bonifiche e impianti.

“Intanto cominciamo a pensare a come realizzarla – ha detto al termine dell’incontro il presidente dell’ente camerale Alfredo Malcarne – poi ci occuperemo anche di reperire i fondi necessari”. L’idea è quella di reperire attraverso i bandi regionali a disposizione, gli stanziamenti necessari a dotare il capannone e tutta l’area di impianti permanenti anziché, come è avvenuto finora, predisporre di volta in volta impianti temporanei.

“Questo – ha spiegato Malcarne – aiuterebbe a ridurre i costi successivi e, dunque, ad incentivare le aziende ad organizzare manifestazioni fieristiche a Brindisi”. L’idea ha trovato la condivisione anche degli altri enti che, già nelle prossime settimane, nomineranno un delegato per costituire il comitato promotore per la definizione del nuovo ente.

Francesca Cuomo

Foto: Simone Rella

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Porto di Monfalcone: operatori pronti ad investire
  2. Porto di Brindisi: 5 milioni di euro per la cooperazione con la Grecia
  3. XII Convention del Propeller Club. Mennitti: “Lo sviluppo del porto di Brindisi non è solo industriale”
  4. Porto di Brindisi: la Diga di Punta Riso può essere riqualificata
  5. Porto di Brindisi: parte la riqualificazione del lungomare

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=4779

Scritto da Francesca Cuomo su ott 18 2011. Archiviato come Marinas, News, Porti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ai porti con un focus sulla Via della Seta e sulla via Traiana, il concetto dello IoT-Internet of Things, il contratto di ormeggio e il nuovo concetto di New-Port. Poi una riflessione sul principio di passaggio inoffensivo(riprendendo vicende come quella dell'Aquarius, Open Arms e Sea Watch 3). E ancora, approfondimenti sul potere amministrativo delle AdSP, Mare 2.0 e sulla navigazione delle navi e non delle merci.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab