peyrani
Home » Marinas, News, Porti » Porto di Torre Canne: gli 8 progetti per la riqualificazione

Porto di Torre Canne: gli 8 progetti per la riqualificazione

Sono stati presentati oggi nella Sala di rappresentanza del Palazzo municipale di Fasano gli otto progetti di riqualificazione urbana relativi al territorio di Torre Canne (località turistica di Fasano) che sono stati accolti e, dunque, verranno finanziati, dalla Regione Puglia nell’ambito dell’azione 7.1.1 del Fesr (Fondo europeo per lo sviluppo regionale).

A presentare i progetti e ad illustrare modalità e tempistica della realizzazione degli stessi si sono alternati il sindaco Lello Di Bari, l’assessore alle Politiche comunitarie, Giuseppe Zaccaria, il consigliere comunale delegato ai Lavori pubblici, Donato Ammirabile, i progettisti Mauro Saito e Pietro Cupertino, la dirigente comunale dei Lavori pubblici, Rosa Belfiore, il dirigente comunale dell’Urbanistica, Antonello Carrieri e Candida Bitetto, consulente procedurale sulla Rigenerazione urbana.

Durante l’incontro è stato presentato anche il plastico del territorio di Torre Canne che sarà interessato dagli otto interventi.
Il programma della progettazione complessiva prevede investimenti pari a 3.593.900 euro, di cui 2.993.900 euro di finanziamento del Fesr e 600mila euro di cofinanziamento del Comune di Fasano.

I progetti sono stati divisi in due lotti: il lotto “A” comprende cinque interventi progettuali, quelli che non necessitano di esproprio e che, quindi, potranno essere realizzati prima, ed il lotto “B” che comprende i restanti tre progetti, per la cui realizzazione, stante la necessità di effettuare espropri, saranno realizzati dopo.

Del lotto “A”, dunque, fanno parte 1) Riqualificazione urbana area intorno al Faro e nello stesso giardino del Faro per un importo stimato in 699.960 euro: il progetto prevede la riqualificazione dell’area del faro, che si configura come la creazione di una grande piazza, perimetrata in parte da mura e protesa sul fronte del lungomare.

La nuova immagine della piazza definisce uno spazio centrale, pavimentato in pietra calcarea e lavica, con varie campiture, sedute in pietra, alberature, spazi attrezzati, teatrini all’aperto, lampioni su palo e a led di nuovo disegno  e incentrato sul monumento – emergenza del  Faro. Negli spazi adiacenti alla piazza, perimetralmente al muro di recinzione e in connessione con il basamento dell’edificio del faro si tenderanno dei tiranti al fine di creare delle strutture pergolate leggere.

Nella parte interna basamentale del faro si prevede la realizzazione di un centro della cultura marinara, con servizi alla pubblica collettività tramite info-point, esposizioni didattiche ed installazioni multimediali, mentre il piccolo edificio retrostante sarà adibito a  punto ristoro-servizi igienici; 2) Riqualificazione e arredo asse Via del Faro, dall’incrocio con Via Tremiti fino a Via Eroi del Mare per un costo stimato in 349.980: l’intervento si pone in continuità con  il progetto di riqualificazione urbana degli spazi prospicienti il lungomare di Torre Canne, lungo l’asse di Via Eroi del Mare, oggetto dei lavori di arredo urbano in corso di realizzazione, e con il progetto di riqualificazione urbana delle aree antistanti il porticciolo, attraverso marciapiedi pavimentati in pietra calcarea, isole pedonali, rifacimento dei manti stradali in parte con zolle in pietra calcarea, pista ciclabile di collegamento degli ambiti di intervento, lampioni di nuovo disegno e con interventi di moderazione del traffico, mediante ”traffic calming” nell’interesse della sicurezza stradale e al fine di agevolare la mobilità ciclo-pedonale.

La sistemazione di progetto delle varie aree, garantisce i collegamenti in atto; 3) Percorso in legno sull’arenile di connessione del lungomare-baia con il sistema naturalistico delle risorgive per un costo stimato in 249.945 euro: l’intervento si configura come elemento di connessione ciclo-pedonale tra l’area antistante il porticciolo, oggetto del progetto di riqualificazione urbana in fase di appalto e il sistema naturalistico delle risorgive, sviluppandosi sul perimetro della giacitura del fronte urbano antistante l’arenile.

Il percorso pedonale, attrezzato, illuminato e conforme anche alle esigenze dei disabili, è stato previsto ricorrendo al legno che costituisce il materiale reversibile ed eco-compatibile per la valorizzazione degli ambiti naturalistici; 4) Riqualificazione spazio urbano pubblico del sagrato della chiesa per un costo stimato in 149.910 euro: il progetto prevede che l’area pubblica antistante, e adiacente la chiesa, lungo il percorso che conduce all’arenile, viene pavimentata con basole in pietra calcarea e dotata di illuminazione su disegno e alberature autoctone; 5) Riqualificazione edificio pubblico (ex scuola) esistente su Via del Faro, con destinazione polifunzionale per un costo stimato in 200.070 euro: il progetto prevede la riconversione funzionale e la rivisitazione progettuale del fabbricato dell’ex-scuola prospiciente su via del Faro, nonché degli spazi esterni pertinenti, per la realizzazione di un “Urban Center”, con servizi culturali e di supporto alla popolazione in età scolare, a famiglie ed anziani.

Tempistica per la realizzazione degli interventi del lotto “A”: entro il 25 novembre prossimo la definizione della progettazione per l’attivazione delle procedure per l’affidamento dei lavori; entro i 100 giorni successivi predisposizione dell’iter per l’affidamento dei lavori; entro i 40 giorni successivi affidamento alla ditte aggiudicatarie; entro gli 8 giorni successivi avvio concreto delle attività; entro i successivi 545 giorni realizzazione degli interventi ed entro i successivi 30 giorni l’operatività dell’intervento (dunque, i collaudi).

Del lotto “B” fanno parte i seguenti tre progetti: 1) Verde attrezzato, area mercatale/parcheggio area compresa tra Via Messina, Via Stella Polare e la circonvallazione al centro urbano per un costo stimato in 640.110 euro: il progetto prevede la creazione di una area mercatale/parcheggio, alberata con adiacenti aree a verde pubblico attrezzato, ricorrendo a soluzioni progettuali sostenibili ed in stretta relazione al contesto. Il parcheggio è strutturato con funzioni di interscambio tra diverse modalità di trasporto (bike sharing-area, sosta mezzi pubblici) atte a favorire la mobilità sostenibile.

L’area  a parcheggio e a verde attrezzato, relazionata con gli assi urbani di Via Egadi e Via Imperia, risulta suddivisa in posteggi, recintata, pavimentata, dotata di illuminazione, rete elettrica e idrica, predisposta con canali e griglie per il convogliamento delle acque bianche e attrezzata con attacchi per idranti. In talune circostanze, parte dell’area a parcheggio può permettere, con adeguata programmazione dei flussi, lo svolgimento di mercatini festivi atti a incentivare e promuovere le attività commerciali/produttive  della filiera locale; 2) Arredo urbano, completamento di via Eroi del Mare, per un importo stimato in 499.890 euro.

Il progetto prevede la realizzazione, attraverso nuovi marciapiedi pavimentati in pietra calcarea, di spazi belvedere, lampioni di nuovo disegno, interramento dei cavi aerei, perimetrazione con alberature, rifacimento dei manti stradali. Sono inoltre previsti interventi di mobilità sostenibile, mediante la  realizzazione di un parcheggio di interscambio (all’ingresso al centro urbano, provenendo da Savelletri), bike sharing, percorso ciclabile ed interventi di ”traffic calming” nell’interesse della sicurezza stradale e al fine di agevolare la mobilità ciclo-pedonale.

La sistemazione di progetto delle varie aree, garantisce i collegamenti in atto conservando gli eventuali parcheggi a raso dei marciapiedi. Le strade che scorrono tra i marciapiedi e le altre aree pedonali sono state sagomate e dimensionate per il flusso automobilistico lento, a doppio senso , e per brevi soste di auto; 3) Interventi per attività di bird-watching lungo il percorso naturalistico tra Via del Faro e Via Lago di Varano per un costo stimato in 60.135 euro: l’intervento tende alla connessione ecologica della mobilità pedonale con i sistemi naturalistici esistenti (risorgive, parco naturalistico) attraverso capanni Birdwatching prefabbricati in legno, concepiti per favorire l’avvicinamento dell’uomo in ambienti naturali senza disturbare la fauna presente.

I capanni, opportunamente segnalati, da ubicare lungo il percorso naturalistico tra Via del Faro e Via Lago di Varano, sono completi di mensole, panche, finestrelle per l’osservazione e concepiti per la fruizione anche da parte di un’utenza disabile grazie ad opportuni accorgimenti tecnici.

Tempistica per la realizzazione degli interventi del lotto “B”: entro il prossimo 25 novembre la definizione della progettazione funzionale all’attivazione delle procedure per l’affidamento dei lavori; entro i successivi 100 giorni l’avvio della procedura per l’affidamento dei lavori; entro i successivi 40 giorni l’affidamento concreto dei lavori alle ditte aggiudicatarie; entro i successivi 8 giorni l’avvio concreto delle attività; entro i successivi 370 giorni la realizzazione degli interventi; entro i 30 giorni successivi l’operatività degli interventi (dunque, i collaudi e le altre procedure necessarie).

Leggi anche:

  1. Porto di Brindisi: parte la riqualificazione delle aree portuali urbane
  2. Riqualificazione Torre Canne: ammessi otto progetti
  3. Porto di Oristano: riqualificazione del pontile di Torre Grande
  4. Torre Canne: domani al via il Trofeo Costa del Sole
  5. Porto di Brindisi: parte la riqualificazione del lungomare

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=5362

Scritto da Redazione su nov 16 2011. Archiviato come Marinas, News, Porti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab