Home » Italia, Marinas, News, Porti » Quattro bandiere per “Ottobre Blu” rilanciano la portualità e la marineria di Chioggia

Quattro bandiere per “Ottobre Blu” rilanciano la portualità e la marineria di Chioggia

Quattro bandiere, quella europea, quella italiana, quella della Marina Militare e quella della Marina Mercantile sventolano sulla V° edizione di  Ottobre Blu, la manifestazione organizzata dal 19 al 27 ottobre  dall’Azienda Speciale del Porto di Chioggia (n.d.r. della Camera di Commercio di Venezia ), in collaborazione con la Marina Militare, con l’A.M.N.I. – Associazine Nazionale Marinai d’Italia ), la Guardia Costiera  e gli enti locali che chiuderà i battenti domenica 27 c.m. presenti all’ormeggio la Nave Euro, il sottomarino Pelosi (classe Sauro) e la nave idrografica Aretusa oltre alle unità navali della CAM Idrografica di Venezia ed altre imbarcazioni da lavoro.

Contigua alla banchina ,nella stazione marittima del porto, una grande esposizione di mezzi aerei e navali, (n.d.r. l’aereo Bleriot e il “ siluro lenta corsa”, lo scafandro da palombaro per grandi profondità)  di opere del famoso maestro Allan O’Mill, pittore ufficiale della Marina Militare Italiana, mentre prosegue intensa l’attività convegnistica che ad oggi  ha visto tra i protagonisti il pluricampione mondiale di apnea Enzo Maiorca che ha invitato al rispetto del mare e dei suoi fondali , così come l’emblema del nuovo  vessillo della Marineria Clodiense presentato ufficialmente dall’araldista Giorgio Aldrighetti.

E se continuano gli incontri congressuali su tematiche di grande rilievo come quelle relative al futuro Piano Regolatore Portuale di Chioggia , gli incontri formativi sulla Sicurezza in mare e i corsi di immersione dedicati ai bambini con i Subacquei ed incursori del COMSUBIN della Marina Militare, grande è anche  l’attesa per il convegno organizzato dallo stesso COMBUSIN che vedrà come relatore il Capitano di Fregata Gianpaolo TRUCCO  su “I Palombari della Marina Militare dal 1849 all’incidente del porto di Genova e al recupero della Concordia”.  Intanto nelle aree adiacenti la stazione marittima molte sono le tensostrutture che ospitano le “Eccellenze del Piave”, esposizione enogastronomica di prodotti tipici che richiamano il rapporto tra l’economia montana e quella marinara che scorre lungo l’asse del fiume sacro alla Patria, più volte ricordato in questi giorni dopo la commovente cerimonia di apertura di Ottobre Blu presieduta  dalla presidentessa  delle vittime del Vajont N.D. Micaela Colucci.

La simulazione del combattimento aereo con velivoli d’epoca, il consegna del “Barbotin d’oro 2013” all’amm. Tiberio Piattelli comandante della Direzione Marittima del Veneto e della Capitaneria di Porto di Venezia, la premiazione dei tanti regatanti  e il concerto, domenica sera, della Banda Musicale della Marina Militare” concluderanno questa V° edizione di Ottobre Blu che ha rappresentato, proprio per le importanti presenze e per le sinergie concretizzatesi  tra pubblico e  privato, un prestigioso elemento di promozione dell’unica realtà fluviomarittima italiana: il porto di Chioggia , nodo strategico della portualità alto adriatica.

“L’aver avuto al nostro fianco il Ministero della Difesa, quello delle Infrastrutture e Trasporti, Il Dipartimento Architettura e Progetto dell’Università  Sapienza di Roma, il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici e il comune di Longarone – dichiara il Consigliere delegato dell’ASPO cap. Oscar Nalesso – ha premiato la nostra iniziativa. Ottobre Blu è riuscito nel suo intento cioè quello di promuovere non solo le strutture portuali ma tutte quelle risorse economiche e umane di cui il territorio  oggi dispone”. Oltre 80.000  i visitatori previsti con accesso gratuito sia alle aree espositive che ai prestigiosi appuntamenti congressuali.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=18131

Scritto da su Ott 24 2013. Archiviato come Italia, Marinas, News, Porti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab