Home » Italia, Marinas, News, Porti » Il porticciolo di Ventimiglia passa al Principato di Monaco

Il porticciolo di Ventimiglia passa al Principato di Monaco

VENTIMIGLIA – Il Gruppo Cozzi Parodi, guidato dall’imprenditrice imperiese Beatrice Parodi, ha concluso l’accordo per la cessione del 100% delle quote della Società̀Cala del Forte, titolare della concessione del Porto Turistico di Ventimiglia, alla SocietéMonegasque Internationale Portuaire che fa capo ai Porti di Monaco e al Governo del Principato.

Il comune di Ventimiglia con la Regione Liguria hanno reso possibile questo accordo con l’approvazione di una variante al progetto originale che permetterà̀un utilizzo del porto per imbarcazioni da diporto di dimensioni maggiori e più̀ adeguate all’attuale mercato dello yachting.I nuovi proprietari di Cala del Forte intendono dare ripresa ai lavori nel piùbreve tempo e possibilmente entro gennaio 2017. Le opere marittime prevedono la loro ultimazione entro l’estate del 2018, mentre le opere a terra dovranno essere finite nel 2019.

A opere ultimate saranno disponibili 171 posti di ormeggio da 6,50 metri a 60 metri, circa 400 parcheggi, un cantiere di manutenzione per le imbarcazioni e circa 3.800 metri quadrati di locali a uso commerciale. Negli stessi termini saranno eseguite le opere di urbanizzazione.

Leggi anche:

  1. A Venezia l’8 metri S.I. di Serena Galvani vince il 4º Trofeo Principato di Monaco
  2. Porto di Ventimiglia: Cozzi Parodi cede alla Porti di Monaco
  3. Marina del Gargano: inaugurato il nuovo porticciolo turistico
  4. Porto di Savelletri: da domani i lavori per il porticciolo
  5. Porto di Napoli: al via i lavori per il porticciolo di Vigliena

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=43606

Scritto da Redazione su dic 7 2016. Archiviato come Italia, Marinas, News, Porti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ai porti con un focus sulla Via della Seta e sulla via Traiana, il concetto dello IoT-Internet of Things, il contratto di ormeggio e il nuovo concetto di New-Port. Poi una riflessione sul principio di passaggio inoffensivo(riprendendo vicende come quella dell'Aquarius, Open Arms e Sea Watch 3). E ancora, approfondimenti sul potere amministrativo delle AdSP, Mare 2.0 e sulla navigazione delle navi e non delle merci.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab