Home » Internazionale, Italia, News, Porti » I record dei ports of Genoa al Seatrade Cruise global di Miami

I record dei ports of Genoa al Seatrade Cruise global di Miami

Nel 2019 i porti di Genova e Savona movimenteranno oltre due milioni di passeggeri. Il Sistema Mar Ligure Occidentale si conferma secondo polo in Italia e quarto nel Mediterraneo

 

Miami - Ritorna a Miami dopo tre anni di lavori al Convention center la più importante fiera al mondo per il settore crocieristico che riunisce ogni anno oltre 11.000 professionisti. Presenti in fiera tutti gli esperti del settore dalle compagnie di crociera, ai fornitori, gli agenti di viaggio a i provveditori di bordo.

I Ports of Genoa, che partecipano al Seatrade nell’ambito della collettiva organizzata da ENIT e ASSOPORTI con il patrocinio del Consolato Italiano a Miami, si presentano con novità importanti partendo dai numeri. Rispetto ai passeggeri movimentati nel 2018, ovvero 1.859.885, per il 2019 si prevede una crescita del 13 % per un totale di 2.100.000 passeggeri.

Secondo lo Statistics Report di MedCruise presentato ufficialmente oggi a Miami durante la sessione dal titolo Trends in the Med, il sistema Portuale ligure, secondo in Italia dopo Civitavecchia, risulta essere il quarto nel Mediterraneo dietro a Barcellona, Civitavecchia e alle Isole Baleari; terzo tra i porti home port dopo Barcellona e Civitavecchia e primo nella classifica dei porti con maggior numero di passeggeri per toccata nave (4397) davanti a Barcellona e Marsiglia.

Genova, homeport di MSC, ha appena iniziato l’alta stagione e prevede per tutta l’estate 4 navi della compagnia ginevrina ogni settimana con una media di 40.000 passeggeri. Entro fine anno l’obiettivo è di traguardare il 1.350.000 crocieristi. Aumento importante di passeggeri nella città della Lanterna anche grazie allo storico ritorno di Costa Crociere ogni venerdì con Costa Fortuna per tutta la durata della stagione estiva.

Procedono a pieno ritmo, invece, i lavori di adeguamento della banchina di Calata delle Vele del porto di Savona e i dragaggi che permetteranno ai fondali di raggiungere gli 11 mt necessari per l’attracco di Costa Smeralda, prima nave interamente alimentata a LNG, che sarà battezzata nella città della Torretta il prossimo novembre. Oltre a due nuovi finger, anche il Palacrociere effettuerà un restyling, il tutto per un investimento complessivo di circa 24 Milioni di euro (di cui € 4,5 milioni a carico di Costa Crociere).

Un segnale positivo che avrà ricadute importanti anche in termini economici sul territorio ligure in quanto sia Genova sia Savona non risultano essere solo home port per le compagnie da crociera ma anche transit port. Gli ospiti in transito hanno, infatti, la possibilità di visitare le città di Genova e Savona e anche il territorio circostante con escursioni sempre più varie che prevedono anche percorsi enogastronomici ed ecosostenibili.

Leggi anche:

  1. Il Porto di Salerno al Seatrade Cruise Global 2016
  2. Apulian Ports al Seatrade Cruise Shipping Convention di Miami
  3. APULIAN PORTS AL SEATRADE CRUISE SHIPPING DI MIAMI
  4. Apulian Ports, l’associazione dei porti della Puglia, in vetrina mondiale al Seatrade Cruise Shipping Convention di Miami
  5. Apulian Ports: si presenta alla Seatrade Cruise Shipping Convention di Miami

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=60043

Scritto da Redazione su apr 10 2019. Archiviato come Internazionale, Italia, News, Porti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab