Home » Italia, News, Porti » CONVENZIONE TRA AMIU PUGLIA E AUTORITÀ DI SISTEMA PORTUALE DEL MARE ADRIATICO MERIDIONALE PER IL NUOVO SERVIZIO DI RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI PRODOTTI NEL PORTO DI BARI

CONVENZIONE TRA AMIU PUGLIA E AUTORITÀ DI SISTEMA PORTUALE DEL MARE ADRIATICO MERIDIONALE PER IL NUOVO SERVIZIO DI RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI PRODOTTI NEL PORTO DI BARI

Via libera alla convenzione tra Autorità di Sistema portuale del Mare Adriatico meridionale e Amiu Puglia per la differenziazione dei rifiuti all’interno del porto di Bari. La raccolta differenziata si allarga così a un’altra parte importante della città. Si tratta della realizzazione di una novità assoluta alla quale Autorità portuale e Amiu Puglia hanno lavorato con impegno e con numerosi approfondimenti.

L’intesa è stata presentata dal presidente dell’Autorità di sistema, Ugo Patroni Griffi, con Piero Bianco, direttore del dipartimento esercizio dell’Autorità, e dal presidente di Amiu Puglia, Sabino Persichella con il direttore generale Antonio Di Biase. Obiettivo dichiarato è la corretta differenziazione dei rifiuti per raggiungere economie, ma non solo: l’intesa mira anche a un lavoro di sensibilizzazione, che non sia solo coreografico, ma che si inserisca in una dimensione virtuosa più ampia che porti all’abbattimento della frazione indifferenziata.

L’idea, come ha spiegato il presidente Persichella, è “definire un profondo cambiamento e passare da una raccolta quasi completamente indifferenziata a una differenziata. Una best practice – l’ha definita ancora Persichella – un primo passo da far partire da Bari, frutto di un lungo lavoro preliminare da parte della nostra Azienda insieme all’Autorità portuale. Si tratta – ha dichiarato ancora – di una questione che si è voluto affrontare e risolvere, grazie a un impegno condiviso e che rappresenta una straordinaria novità”.

Il presidente Patroni Griffi ha sottolineato la necessità che “una infrastruttura del genere prenda un impegno così importante, facendo partire un processo virtuoso che coinvolga tutti gli operatori e concessionari che ogni giorno lavorano all’interno del porto. L’AdSP MAM – ha detto ancora – è impegnata in un’azione ad ampio raggio per la tutela dell’ambiente nei porti del sistema.

Siamo coinvolti in prima linea in campagne nazionali di sensibilizzazione e rimozione dei rifiuti, come ‘Fishing for litter’ e ‘No alla plastica’. Abbiamo aderito, inoltre, ai network europei ‘Loop Ports’ per promuovere nel settore portuale l’economia circolare e ‘Ecoports’ per migliorare le performance ambientali dei nostri porti . La convenzione con Amiu Puglia è un altro importante passo in tale percorso virtuoso nel quale vogliamo coinvolgere tutta la Comunità portuale”.

Per il direttore Bianco, la nuova modalità di conferimento costituirà “un importante processo di razionalizzazione e ottimizzazione che eviterà una serie di problematiche e che passerà dal necessario contributo della comunità interna al porto”. Al dg Amiu Puglia Di Biase il compito di spiegare nel dettaglio agli operatori le modalità di conferimento alle quali dovranno adeguarsi per raggiungere il risultato di una corretta differenziata, “con l’auspicio di ridurre la quantità di indifferenziata che è il risultato al quale aspiriamo tutti” ha concluso.

Nel dettaglio, la raccolta delle frazioni sarà così suddivisa: l’organico tre volte alla settimana (martedì, giovedì e sabato), la carta una volta (giovedì), il vetro una volta (mercoledì), la plastica una volta (lunedì) e l’indifferenziato due volte (martedì e venerdì) mentre i rifiuti da spazzamento stradale saranno ritirati una volta ogni 15 giorni. Per quanto riguarda i  cassonetti sono saranno allestite tre postazioni: “Marisabella“, “Pizzoli”, “Commerciale“.

Verranno installati i seguenti contenitori: 32 cassonetti da 2400 lt per l’indifferenziato; cinque bidoni carrellati da 240 lt per l’organico; 15 cassonetti da 2400 lt per la carta; 15 cassonetti da 2400 lt per plastica/metalli; quattro campane per il vetro da 2000 lt; un cassone da 8 mc per i rifiuti da spazzamento stradale.

Leggi anche:

  1. Rifiuti, a Porto Cesareo inaugurazione centro per la plastica raccolta dai pescatori
  2. L’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale tra i LOOP PORTS
  3. Aeroporti di Puglia e Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale: insieme per un “futuro di Sistema”
  4. A Genova primo progetto nazionale per il riciclo dei rifiuti
  5. PORTO DI BARI: ECCO IL NUOVO SERVIZIO DI ACCOGLIENZA DEDICATO AI PASSEGGERI MSC CROCIERE

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=61653

Scritto da Redazione su mag 20 2019. Archiviato come Italia, News, Porti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato allo shipping con un focus sul soccorso in mare e sulla Brexit, il ruolo del porto di Salerno e la "Barletta marinara". Poi un approfondimento sui fari di Brindisi ed uno sul trasporto ad emissioni zero con Emma. E ancora, approfondimenti sulle crociere e sulla sicurezza nei nostri porti.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab