Home » Italia, News, Porti » #IoSonoMare – Arpacal, prima giornata aperta ai cittadini – Micillo: “Ruolo fondamentale degli enti territoriali per un’azione efficace nella tutela del nostro mare”

#IoSonoMare – Arpacal, prima giornata aperta ai cittadini – Micillo: “Ruolo fondamentale degli enti territoriali per un’azione efficace nella tutela del nostro mare”

Roma– Si è tenuta ieri a Catanzaro, organizzata da Arpacal e Regione Calabria, la giornata di studio “IO SONO MARE”, dedicata al mare calabrese e rientrante nel più ampio programma nazionale di sensibilizzazione promosso dal Ministero dell’Ambiente con ISPRA-SNPA, per divulgare i risultati del monitoraggio sull’ambiente marino che il Ministero dell’Ambiente svolge costantemente da anni, in attuazione della Direttiva europea Strategia Marina, in collaborazione con ISPRA, le Regioni e le ARPA costiere e le Aree Marine Protette.

“Ad aprile, in occasione della Giornata del mare e della cultura marina, abbiamo lanciato la campagna nazionale#IoSonoMare, con l’intento di raccontare ai cittadini lo stato di salute del nostro mare e quanto lo Stato fa per tutelarlo” ha dichiarato Salvatore Micillo, sottosegretario al Ministero dell’Ambiente, con deleghe alla tutela del mare e all’educazione ambientale. “Un calendario di eventi che durerà ancora sei mesi, e si chiuderà il 2 dicembre a Napoli con la 21ma Conferenza delle Parti della Convenzione di Barcellona”.

“La campagna prevede il coinvolgimento delle ARPA delle regioni costiere – continua – con momenti aperti alla cittadinanza per presentare le attività tecnico scientifiche che le agenzie svolgono sull’ambiente marino per preservare la diversità ecologica e la vitalità di mari puliti, sani e produttivi”. “Un ruolo fondamentale e irrinunciabile – spiega il sottosegretario- perché politiche del mare efficaci ed attente non possono prescindere da presidi e laboratori legati stabilmente ai territori, che siano in grado di svolgere in modo incisivo, coerente e coordinato indagini e controlli pubblici lungo tutte le nostre coste ed in tutti i nostri mari.”

“Ringrazio l’Arpacal e la Regione Calabria per aver fatto da capofila a questa serie di iniziative, che rispondono all’urgenza e al dovere istituzionale di portare sul territorio e condividere con i cittadini l’enorme quantità di informazioni ambientali, derivanti dalle attività di studio e controllo dei nostri mari svolte da organismi pubblici”conclude Micillo.

Per l’Arpacal sono intervenuti esperti del Centro Regionale Strategia Marina, che coordina per la regione tutte le attività riconducibili alla Direttiva “Marine Strategy”, oltre ad essere capofila della Sottoregione “Mediterraneo Centrale – Ionio” con Basilicata e Sicilia. Tra le tematiche affrontate anche la Campagna di balneazione 2019, ed un focus sullo stato dell’arte della normativa sul Piano regionale di Tutela della qualità delle Acque.

Per il Ministero dell’Ambiente è intervenuta la dott.ssa Irene de Girolamo, biologa e collaboratrice del sottosegretario per i temi del mare, illustrando le complesse ed approfondite attività istituzionali di controllo del mare messe in campo dal Ministero dell’Ambiente, che coordina e finanzia Programmi di monitoraggio dell’ambiente marino fin dal 1989. In particolare ha descritto le attività in corso svolte in collaborazione con le 15 ARPA costiere in attuazione della Direttiva sulla Strategia Marina, i cui risultati sono da poco consultabili al link http://www.db-strategiamarina.isprambiente.it .

Un monitoraggio che indaga tutte le principali matrici ambientali marine (acqua, comunità vegetali e animali, sedimenti e spiaggia) spingendosi fino a 12 Mn dalla costa e rilevando in particolare la contaminazione chimica, la presenza di rifiuti, la diffusione di specie aliene, lo stato dei fondali; le indagini sono svolte in 291 aree, con frequenza che varia da mensile ad annuale a seconda della matrice ambientale indagata. Di Girolamo ha da ultimo ricordato il grande lavoro svolto per garantire la coerente esecuzione delle indagini e del trattamento dei dati, attraverso un importante piano formativo sviluppato nel corso degli anni dal Ministero in collaborazione con ISPRA.

http://www.arpacal.it/index.php/arpacal/attivita/comunicazione/eventi-e-convegni/2358-marine-strategy-in-calabria-la-prima-tappa-del-tour-iosonomare

Leggi anche:

  1. Inquinamento marino ed efficienza energetica, i temi dei workshop minambiente nella giornata conclusiva del ForumPA
  2. Giornata del mare-Sui fondali il 77% dei rifiuti è plastica
  3. Simposio “Il ruolo del mare nell’economia nazionale e la tutela degli interessi marittimi del Paese”
  4. VI Trofeo Ondabuena: Secondo posto nella prima giornata per L’Emilio di Compagnia del Mare di Molfetta
  5. Soprintendenza del Mare: strumento per la tutela della cultura e dell’ambiente del mare

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=63349

Scritto da Redazione su giu 25 2019. Archiviato come Italia, News, Porti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab