Home » Italia, Legislazione, Porti » Blue Panda, il Ketch del WWF sceglie l’Argentario per l’unica tappa italiana

Blue Panda, il Ketch del WWF sceglie l’Argentario per l’unica tappa italiana

Il 3 luglio è arrivato nelle acque della Costa d’Argento il Blue Panda, ketch oceanico, salpato il 29 maggio dal porto francese di Tolone per proseguire il suo viaggio nel Mediterraneo passando per le isole greche di Zante, Cefalonia e Itaca, per poi tornare a Nizza, Marsiglia e poi scendere a Istambul, Kas Kekova, Tunisi e concludere il suo viaggio a Tangeri il 18 novembre.

Per una settimana il ketch del WWF è all’Argentario, unica tappa italiana, dove si svolgono varie attività per scoprire insieme al team del WWF il mondo del mare coinvolgendo persone e comunità locali, sensibilizzandole contro l’inquinamento Marino, in particolare quello causato dalla plastica.

Il 5 luglio il Blue Panda si è trasferito da Porto Santo Stefano a Porto Ercole e al traverso di Punta Avoltore veniva incrociato da un gommone appoggio del Circolo Nautico e della Vela Argentario che l’ ha accompagnato fino a destinazione, dove ad attenderli nelle acque antistanti il porto c’erano gli allievi della scuola Vela del CNVA a bordo di Open Skiff e RS Feva sotto la guida dell’istruttore federale Bruno Iazzetta. Insieme le imbarcazioni hanno navigato davanti alla spiaggia della Feniglia.

L’imbarcazione del Wwf rimarrà in porto fino al 7 luglio, i volontari dell’associazione ambientalista si daranno da fare per informare turisti, grandi e piccoli, sull’importanza di ridurre il consumo della plastica per prevenire ogni forma di inquinamento.

Leggi anche:

  1. IL TOUR MAYDAYMAYDAY SOS PLASTICA DI GREENPEACE E THE BLUE DREAM PROJECT SBARCA IN SARDEGNA
  2. A Porto Torres la prima tappa italiana della nuova nave da crociera Silver Muse
  3. Regent sceglie di viaggiare con la resina italiana di Api
  4. Da Blue Vision l’Hub spezzino della Blue economy
  5. Porti di Sardegna: bonus fino a 90 euro per chi sceglie collegamenti via mare

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=64011

Scritto da Redazione su lug 6 2019. Archiviato come Italia, Legislazione, Porti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab