Home » Italia, Nautica, News, Porti » Friend of the Sea Certifica Operatori Dolphin Watching a Lampedusa

Friend of the Sea Certifica Operatori Dolphin Watching a Lampedusa

Certificazione garantita per avvistamento delfini nel mare che circonda l’isola di Lampedusa, in associazione con Area Marina Protetta Isole Pelagie e Associazione Me.Ri.S

Friend of the Sea, lo schema di certificazione globale per prodotti e servizi che rispettano e proteggono l’ambiente marino, ha annunciato oggi di aver aggiunto nuovi membri al suo programma per l’avvistamento sostenibile di delfini e balene. Certificando tre operatori sull’isola di Lampedusa, che si trova a sud dell’Italia nel Mar Mediterraneo, Friend of the Sea sta aiutando a proteggere i delfini nel loro habitat naturale, diffondendo allo stesso tempo preziose informazioni sulla sostenibilità ambientale.

“È fantastico che la gente voglia vedere i delfini e le balene in natura”, ha dichiarato Paolo Bray, direttore di Friend of the Sea. “Apprezzano le meraviglie del mondo marino. Tuttavia, anche con le migliori intenzioni, questi tour possono inavvertitamente danneggiare le creature stesse. La nostra certificazione di osservazione dei delfini e balene sostenibile è pensata per consentire alle persone di godere di queste incredibili esperienze proteggendo allo stesso tempo gli animali.”

Friend of the Sea ha certificato gli operatori Salvatore Fragapane, Rosario Domenico Sanguedolce e Francesco Palmisano, dei pescatori locali che durante la stagione estiva promuovono attività di pesca-turismo. Ogni operatore offre un’escursione di due ore che prevede principalmente avvistamenti di un tipo di delfino chiamato tursiope (Tursiops gervais), il quale è facilmente avvistabile al largo di Lampedusa. Lo standard Friend of the Sea cerca di minimizzare i disturbi non  intenzionali ai delfini fissando un numero massimo di imbarcazioni presenti nell’area di osservazione dei cetacei.

Tra i requisiti di sostenibilità che devono essere rispettati ci sono anche limiti sulla velocità massima di avvicinamento e sulla distanza tra le barche e i delfini. Allo stesso tempo, proibisce di nuotare con loro e di utilizzare plastica monouso a bordo delle barche. I clienti possono interagire con Friend of the Sea, dando un’opinione sull’escursione.

Lampedusa è stata teatro di diverse recenti tragedie che coinvolgono i migranti. La sua posizione, quasi esattamente tra l’Africa e l’Italia meridionale, ha reso l’isola una destinazione per i migranti che attraversano il Mediterraneo. Nel 2016, una barca migrante affondò al largo della costa di Lampedusa, causando la morte di oltre 80 persone, mentre è ben nota la recente vicenda legata alla Sea Watch 3.

“Nonostante la situazione a Lampedusa, questi pescatori hanno deciso di fare qualcosa di concreto per aiutare la popolazione locale di delfini”, ha commentato Mario Passoni, Scientific Officer di Friend of the Sea. “Questo dimostra l’importanza del problema per le persone che fanno del mare la loro vita.”. Passoni, che era a capo di questo progetto di certificazione, ha lavorato in collaborazione con Area Marina Protetta Isole Pelagie, che è impegnata nella protezione della marina locale zona, così come con il gruppo di ricerca Associazione Me.Ri.S., che si concentra sullo studio dei delfini. “Abbiamo tutti unito le forze per proteggere l’area marina e i delfini. È stata una grande partnership “, ha aggiunto Passoni.

A proposito di Friend of the Sea

Friend of the Sea, un progetto della World Sustainability Organization, premia pratiche sostenibili nel settore della pesca, dell’acquacoltura, della farina di pesce e dell’olio di pesce Omega 3. L’organizzazione promuove progetti pilota relativi a ristoranti, spedizioni sostenibili, osservazione di balene e delfini, acquari, pesci ornamentali, creme UV e altri. È l’unico programma di certificazione della pesca sostenibile riconosciuto e supervisionato globalmente da un organismo nazionale di accreditamento.

Leggi anche:

  1. Friend of the Sea Awards Sustainable Beach Certification to Noto, Sicily
  2. Arrivato il secondo traghetto che collegherà Porto Empedocle con Linosa e Lampedusa
  3. Delrio a Lampedusa presenta i dati delle attività di ricerca e soccorso del 2015
  4. DOMANI LA PRESENTAZIONE DELLA CANDIDATURA DI LAMPEDUSA PER I MONDIALI GIOVANILI DI VELA 2018
  5. Atto finale per la Lampedusa Sailing Week

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=64132

Scritto da Redazione su lug 9 2019. Archiviato come Italia, Nautica, News, Porti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab