Home » Ambiente, Italia, Marinas, News, Porti » L’IMPEGNO CONCRETO PER LA SALVAGUARDIA AMBIENTALE DEI NOSTRI MARI

L’IMPEGNO CONCRETO PER LA SALVAGUARDIA AMBIENTALE DEI NOSTRI MARI

A un anno dalla nomina di Paolo Bordogna, il neo Presidente racconta tutte le attività intraprese

La passione per il mare, il rispetto per l’uomo e per l’ambiente, sono parte fondamentale della cultura marinara che da oltre cinquant’anni il Centro Velico Caprera propone alle nuove generazioni di velisti.

Un’attenzione, quella verso l’ambiente e la sua salvaguardia, che è parte del DNA del CVC fin dalle sue origini. Le basi logistiche sull’isola di Caprera, realizzate a partire dalla fine degli anni 60, sono state pensate in una pionieristica dimensione ecosostenibile, diventando un esempio virtuoso e attualissimo di intervento a bassissimo impatto ambientale: le strutture sono, infatti, perfettamente integrate ed armonizzate nella vegetazione autoctona.

Questa attitudine all’eco-compatibilità, che da sempre accompagna il Centro Velico Caprera, oggi definisce in maniera significativa e con obiettivi a medio e lungo periodo la mission della scuola, consentendole di ritagliarsi un ruolo da protagonista nel panorama velico italiano riguardo alla salvaguardia del Mediterraneo. È un percorso di consapevolezza e impegno presentato due anni fa in occasione del cinquantenario del CVC, che quest’anno ha già visto la concreta realizzazione di alcuni progetti per volontà del neo Presidente Paolo Bordogna.

“La nostra mission come scuola di vela è quella di formare marinai, educarli alla conoscenza e al rispetto per il mare. Prenderci cura in modo attivo del meraviglioso arcipelago che ci ospita è la naturale evoluzione di questo pensiero e lo stiamo facendo anticipando le direttive europee sull’abolizione delle plastiche monouso e proponendo il corso Navigazione e Ambiente. Inoltre, quest’anno approfitteremo del palcoscenico internazionale dell’Esa Cup, per farci capofila di un importante progetto ambientale che presenteremo per l’occasione il prossimo mese di ottobre”, ha commentato Paolo Bordogna, Presidente del Centro Velico Caprera.

A proposito di plastic free, il Centro Velico Caprera sta finendo di attuare il progetto che prevede la totale eliminazione dei contenitori e degli articoli di plastica monouso all’interno delle basi, per sostituirli con materiali durevoli e riciclabili. Inoltre, dall’inizio della stagione velica è diventato realtà anche il corso “Navigazione ed Ambiente”.

Realizzato in collaborazione con l’Ente Parco Nazionale di La Maddalena e il Parco Nazionale di Tavolara, questo corso itinerante prevede la presenza a bordo di un biologo che, alle lezioni di navigazione e tecnica velica tenute dal Capo Barca, affianca quelle scientifiche con l’obiettivo di consentire all’intero equipaggio in navigazione di poter partecipare attivamente al monitoraggio dell’ambiente marino, registrando eventuali minacce per l’ecosistema.

La diffusione di conoscenza per sviluppare una cultura etica nei confronti dell’ambiente è un tema fondamentale per il Centro Velico Caprera: con questa visione ha introdotto nei propri corsi lezioni specifiche sull’ambiente e sullo stato di salute del mare volte a sensibilizzare i propri allievi (circa 3000 ogni anno), oltre all’intera comunità di ex-allievi e sostenitori che nei decenni sono rimasti profondamente legati alla scuola.

“Ancora una volta è il volontariato a essere l’eccezionale motore che fornisce energia e propulsione a questa incredibile macchina che è il Centro Velico Caprera. Siamo un caso sicuramente unico in Italia: siamo, infatti, una realtà senza fini di lucro che riesce a essere leader indiscussa della formazione velica, testimone della cultura e delle tradizioni marinare, promotrice della salvaguardia dei nostri mari. Ogni nostro progetto è un passo significativo e concreto, che sostanzia gli impegni presi. Certi risultati si ottengono solo quando alla testa si aggiunge il cuore: in questo il risultato dell’opera dei volontari è ineguagliabile e insostituibile” conclude Bordogna.

Con oltre trent’anni di esperienza nell’ambito della consulenza e del management, Paolo Bordogna ha lavorato in Boston Consulting Group e Bain & Company come responsabile per le practice dei servizi finanziari per l’area EMEA. Dal 2019 è membro del consiglio di amministrazione di Ubi Banca. Bordogna è istruttore di cabinato per il Centro Velico Caprera dal 2007 e membro del Comitato esecutivo della Scuola dal 2013; nel 2018 è stato nominato Presidente. Inoltre, è consulente di Persico Marine, il cantiere che costruisce gli Imoca 60, gli AC75 (Coppa America), iVolvo one design 65 (Volvo Ocean Race), i TP52 e i grandi Performance Cruiser, e collabora attivamente al progetto Vendee Globe 2020 di Giancarlo Pedote.

Leggi anche:

  1. GREENPEACE: TORNA PLASTIC RADAR, UN WHATSAPP PER SEGNALARE I RIFIUTI IN PLASTICA NEI NOSTRI MARI, LAGHI E FIUMI
  2. IL CENTRO VELICO CAPRERA CONSOLIDA IL PROPRIO IMPEGNO NELLA SALVAGUARDIA DELL’ECOSISTEMA MARINO CON UN NUOVO PROGRAMMA SCIENTIFICO PER IL CORSO NAVIGAZIONE E AMBIENTE
  3. Strategia Marina: la plastica è il nemico numero 1 dei nostri mari
  4. Il CENTRO VELICO CAPRERA supporter dell’OCEAN FILM FESTIVAL ITALIA
  5. Porto di Barletta: protocollo per la salvaguardia ambientale

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=64918

Scritto da Redazione su lug 24 2019. Archiviato come Ambiente, Italia, Marinas, News, Porti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab