Home » Ambiente, Diporto, Eventi, Italia, News, Porti, Trasporti » SeaBootCamp 2019 – Avviso per la selezione dei partecipanti

SeaBootCamp 2019 – Avviso per la selezione dei partecipanti

Lazio Innova S.p.A. promuove la seconda edizione del “SEABOOTCAMP”, che annovera l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale quale partner del progetto.

Sul sito di Lazio Innova è stato, infatti, pubblicato l’avviso di selezione per partecipare al SeaBootCamp 2019.

L’obiettivo di questa edizione è sia lo scouting di startup innovative i cui prodotti e servizi possono trovare applicazione in uno o più settori dell’Economia del Mare, che l’interazione tra il mondo della nuova imprenditorialità e il sistema imprenditoriale consolidato e qualificato.

L’AdSP, da sempre attenta a promuovere  le iniziative dedicate alla Crescita Blu, non può che sostenere l’iniziativa con l’auspicio che, anche quest’anno, si possano creare importanti opportunità di network e di crescita attraverso la selezione di startup innovative capaci di offrire soluzioni utili nei diversi ambiti dell’Economia del Mare e interessate a confrontarsi con i player di un settore riconosciuto come trainante dell’economia nazionale.

http://www.lazioinnova.it/news/partecipa-alla-seconda-edizione-di-seabootcamp/

Partecipa alla seconda edizione di SeaBootCamp

Un percorso gratuito di 6 settimane per la definizione e comunicazione del tuo prodotto e servizio nel settore dell’Economia del Mare. In palio numerosi premi

Hai un prodotto o servizio innovativo per l’Economia del Mare? Partecipa alla seconda edizione di SeaBootCamp, un percorso di 6 settimane, nel corso del quale sarai supportato nella definizione del tuo prodotto e servizio e nella comunicazione del vantaggio competitivo della tua proposta.

Si tratta di una iniziativa che la Regione Lazio lancia tramite Lazio Innova, con il patrocinio di Marina Militare ed il supporto di CNR – Consiglio Nazionale delle Ricerche, Università degli Studi Roma Tre, Camera di Commercio di Latina, Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale, ITS – Fondazione Giovanni Caboto, Assonautica Acque interne Lazio e Tevere, Castalia Consorzio Stabile S.C.p.A., Centro Ricerche in Scienze Ambientali e Biotecnologie, d’Amico Società di Navigazione SpA, European Research Istitute Onlus, Fincantieri SpA, FLAG Mar Tirreno Pontino e isole ponziane, Grimaldi Group SpA, Invitalia SpA, Intergroup srl, Port Mobility SpA, Port Utilities SpA, Porto di Sperlonga S.r.l., Sellalab, Ucina Confindustria Nautica, Unindustria e Sailbiz.

SeaBootCamp si rivolge a startup costituite da non oltre 60 mesi, team informali e PMI con una nuova idea imprenditoriale da avviare tramite uno spin-off.

Tra le soluzioni che potresti candidare e sviluppare a SeaBootCamp insieme con i tutor e mentor di Lazio Innova:

il monitoraggio e la riduzione dell’impatto ambientale del sistema di trasporto marittimo (navi ed infrastrutture) e della nautica da diporto;

lo sviluppo di tecnologie abilitanti o sistemi per incrementare il livello di autonomia e digitalizzazione dei mezzi adibiti al trasporto marittimo e delle piattaforme offshore;

lo sviluppo di soluzioni per la robotica cooperativa e la relativa sensoristica per le ispezioni, le manutenzioni e la sorveglianza a bordo di mezzi e piattaforme marittime;

lo sviluppo di soluzioni per lo sfruttamento delle risorse abiotiche marine in maniera eco-compatibile;

l’ottimizzazione della gestione delle infrastrutture, delle interfacce e delle procedure/operazioni portuali;

lo sviluppo di nuove tecnologie di osservazione e monitoraggio dello spazio marittimo e marino, anche per quanto riguarda le risorse biologiche e di altro tipo presenti nelle acque profonde e nei fondali marini;

la gestione dei dati e creazione di servizi per l’economia blu;

la messa a punto di soluzioni su misura e di nuove tecnologie che consentano di sfruttare le energie rinnovabili marine;

l’elaborazione di nuovi concetti e protocolli da parte di imprese private e operatori marittimi, al fine di ottimizzare l’uso di infrastrutture, navi e piattaforme a fini scientifici, ambientali e di sicurezza;

nuove tecnologie, servizi, prodotti e modalità di gestione dei flussi per sviluppare e rendere sostenibile il comparto turistico e per promuovere l’integrazione del turismo costiero e quello dell’entroterra;

nuove tecnologie, servizi, prodotti per sviluppare e rendere sostenibile e per mantenere le risorse acquatiche viventi al fine di massimizzare il rendimento e i vantaggi sociali ed economici da esse generate;

nuove tecnologie e sistemi per la riduzione dell’inquinamento del mare, per la raccolta ed il riutilizzo dei rifiuti, in particolar modo la riduzione dei materiali plastici sulle spiagge.

PREMI

I partecipanti avranno la possibilità di aggiudicarsi:

Il Premio SeaBootCamp di 10 mila euro;
Il Premio Plastic Free Beach di 5 mila euro;
Il Premio Speciale Ucina Confindustria Nautica, per essere protagonista al Salone Nautico di Genova;
Il Premio Speciale SailBiz, con una intervista dedicata.

PER PARTECIPARE

I soggetti interessati devono presentare la propria candidatura compilando il Modello di Candidatura/Form SeaBootCamp 2019 che va inviato all’indirizzo email: latina@lazioinnova.it indicando nell’oggetto la dicitura “Candidatura SeaBootCamp 2019”.

I termini per la presentazione delle candidature si concluderanno alle ore 24 del 1° settembre 2019.

Per avere maggiori informazioni è possibile scrivere ai seguenti indirizzi email: civitavecchia@lazioinnova.it oppure latina@lazioinnova.it

Leggi anche:

  1. Slow Fish 2019 al Porto Antico di Genova
  2. Genova entra nella selezione delle città marittime mondiali
  3. Speciale Crociere 2019: LA CROCIERISTICA INGRANA LA MARCIA
  4. Palermo 21 marzo 2019 | Economia del mare. Opportunità di sviluppo per il territorio
  5. LE DATE DELLA II SELEZIONE E DEL CORSO ALLIEVO ISTRUTTORE 2012

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=64943

Scritto da Redazione su lug 24 2019. Archiviato come Ambiente, Diporto, Eventi, Italia, News, Porti, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab