Home » Infrastrutture, Italia, News, Porti, Trasporti » Toninelli indica Gaetano De Stefano come Commissario del Mose

Toninelli indica Gaetano De Stefano come Commissario del Mose

Dovrà sovraintendere alle fasi di completamento, collaudo e avviamento del Sistema

MIT-Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, d’intesa con il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha individuato nell’ingegnere Gaetano De Stefano il nome da proporre a Palazzo Chigi per ricoprire il ruolo di commissario straordinario al Mose.

La figura, prevista dal decreto Sblocca Cantieri, dovrà sovraintendere alle fasi di completamento, collaudo e avviamento del Modulo Sperimentale Elettromeccanico noto come Sistema Mose. La legge prevede espressamente che il Commissario, che dovrà essere nominato con Dpcm, possa assumere le funzioni di stazione appaltante e operi in raccordo con la struttura del Provveditorato interregionale alle opere pubbliche per il Veneto, il Trentino-Alto Adige  e il Friuli Venezia Giulia del Mit.

De Stefano, 44 anni, è ufficiale dei Carabinieri, dottore di ricerca in Ingegneria e attualmente capo della Seconda Sezione dell’Ufficio Progetti – Task Force per la valorizzazione e dismissione degli immobili non residenziali del Ministero della Difesa.

Leggi anche:

  1. Sblocca cantieri, in vigore dopo ok Parlamento: Commissari straordinari per il Mose e per il porto di Pescara
  2. Pino Musolino: progetto Mose
  3. Toninelli: “Verna commissario straordinario a Livorno”
  4. Porto di Venezia: posizionato il primo cassone del Mose
  5. Porto di Venezia: fondi a rilento per il Mose

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=65300

Scritto da Redazione su ago 1 2019. Archiviato come Infrastrutture, Italia, News, Porti, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab